Le 5 cose da mangiare prima e dopo l’allenamento: prova, sentirai la differenza!

Accanto a del sano allenamento in palestra o all’aria aperta non può mai mancare neppure una dieta sana e bilanciata ricca di tutti i micro e macronutrienti indispensabili per l’organismo.

Alimentazione pre e post allenamento dettagli dieta
Alimentazione pre e post allenamento (Foto di artursfoto AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

I primi giorni di settembre sono sempre quelli in cui fioccano i buoni propositi, e tra questi immancabile c’è anche quelli di iscriversi in palestra e mettersi a dieta.

Forse le giornate più corte e il cambio armadio influiscono molto sulla nostra percezione corporea, per questo dunque cambiare anche la dieta alimentare quotidiana è la scelta vincente.

I nutrizionisti consigliano di rispettare sempre i 5 pasti al giorno, bere almeno 2 litri di acqua, mangiare 5 porzioni tra frutta e verdura, inserire fibre e grassi insaturi buoni come l’olio evo e l’Omega 3 e 6. Evitare grassi cattivi, troppi snack dolci portatori di zucchero, additivi e conservanti.

L’attività all’aperto è sempre bene accetta, 3 volte a settimana sarebbe l’ideale, anche una camminata tra i 7-10mila passi è sufficiente per risvegliare il metabolismo. Ma se siete dei veri sportivi puntata sulla corsa, la palestra oppure sul workout casalingo.

Come fare in modo che l’alimentazione non contrasti con l’allenamento? Ci sono alcuni cibi che possono aiutare il corpo a migliorare la performance fisica e a bruciare maggiori calorie una volta terminato lo sforzo?

Ecco alcuni alimenti indispensabili che tutti dovremmo assumere ogni volta che ci muoviamo. Sono un vero toccasana per la nostra dieta perfetta.

Che cosa mangiare prima e dopo l’allenamento? 5 alleati da tenere sempre vicini

È capitato a tutti, amatoriali e sportivi agonisti, di chiedersi che cosa mangiare prima e dopo l’allenamento. La domanda è insidiosa perchè si vorrebbe avere la giusta carica per affrontare lo sforzo e non sentirsi invece fiacchi e spossati ancora prima di iniziare.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Dieta a gennaio: obiettivo comune tra gli italiani
Bilancia e metro (Foto di SHVETS production da Pexels)

La prima cosa, forse anche la più fondamentale, è calcolare bene i tempi: bisogna sempre lasciare una finestra di almeno un’ora e mezza tra l’ultimo pasto e l’allenamento.

L’effetto diretto sarebbe sottrarre sangue ai muscoli, impegnato invece nella fase digestiva dello stomaco. Sempre preferire carboidrati semplici e complessi rispetto invece alle fibre che possono appesantire. Prima di ogni allenamento si consiglia magari una fetta di crostata fatta in casa, una fetta di pane e miele o una barretta di frutta secca.

Se ci si allena dopo un pasto invece mangiare della pasta o del riso con un sugo leggero, meglio se di pomodoro o di zucchine, evitando troppe proteine, verdure o legumi.

Pre allenamento

  • Acqua
  • Frutta secca (mandorle, noci, mirtilli, ecc)
  • Carboidrati semplici (pasta, pane, riso, ecc.)

Gli sportivi, ma anche gli amatoriali, hanno poi bisogno di reintegrare le proteine perché l’allenamento ne accelera il consumo. Senza dimenticare gli zuccheri che i muscoli e il fegato utilizzato nello sforzo, quindi non solo consumare frutta fresca, ricca di proteine, ma anche un uovo o un pezzo di Parmigiano Dop senza lattosio, frutta fresca e molta acqua per reidratarsi.

Post allenamento

  • Acqua
  • Proteine (frutta secca, uova, Parmigiano Dop, legumi)
  • Frutta fresca e verdura

Per ogni dubbio o perplessità consultate però sempre un medico nutrizionista che potrà darvi ogni indicazione sul modo più esaustivo possibile di procedere possibile. Ovviamente tutto sulla base di specifiche analisi dei vostri parametri vitali seguendo esami del sangue, intolleranze, eccetera.

Alimentazione pre e post allenamento
Cibo e allenamento (Foto di New Africa AdobeStock)

Evitare la dieta fai da te, soprattutto se non si conoscono davvero gli effetti che determinati cibi possono portare nell’organismo, è il modo migliore per prendersi cura del proprio corpo. Otterrete così una ristrutturazione fisica nel lungo periodo senza ricadere nello spiacevole effetto yo-yo.