5 Cibi Velenosi che Mangiamo Tutti i Giorni


Tutti i giorni consumiamo alimenti potenzialmente tossici senza neanche saperlo.

Sembrerebbe una favola, ma la ricerca scientifica ha attestato che tanti veleni alloggiano tranquillamente nelle nostre dispense di casa, senza renderci conto nemmeno dei rischi che potremmo correre se non adottassimo un minimo di cura nel riconoscerli.

Ecco una lista di 5 cibi velenosi presenti nella nostra cucina che mangiamo quotidianamente:

pomodorini

  • Pomodori: la pianta del pomodoro è stata portata in Europa nel XVI secolo, fu introdotta come pianta ornamentale e non come ortaggio commestibile poiché è stata ritenuta dannosa per l’uomo. Il pomodoro contiene la tomatina, una sostanza tossica. Questa sostanza è largamente presente nei pomodori verdi e nelle foglie. Mentre in quelli rossi maturi i suoi livelli scendono notevolmente. Evitate quindi le foglie, i pomodori verdi e preferite quelli rossi.

mandorle_coltivazione_d7ed3098

  • Mandorle amare: le mandorle amare sono il frutto di un piccolo albero. Il sapore amaro è dovuto da una sostanza chiamata amigdalina, una sostanza potenzialmente pericolosa per l’uomo. 6-10 mandorle bastano per provocare un avvelenamento di un bambino,circa 50 per un adulto. I sintomi di avvelenamento sono: mal di testa, vomito, stato confusionale, aumento della frequenza e della profondità degli atti respiratori, perdita di coscienza, convulsioni e morte.

funghi-come-nascono-cosa-dove

  • Funghi: alcuni funghi producono delle sostanze chimiche tossiche chiamate micotossine, causa principale di tutti quei casi di avvelenamento da funghi. Se non siete esperti non raccogliete funghi, possono essere pericolosissimi . In casi lievi si riscontrano problemi digestive o allergici, in casi più gravi il fegato subisce danni irreparabili rendendo necessario il trapianto dell’organo o la morte.

frutta_di_stagione_ciliegie

  • Ciliegie: il nocciolo delle ciliegie è altamente tossico poiché contiene acido cianidrico.  Questo acido è tra i veleni più forti esistenti in natura sia per la pericolosità sia per la celerità delle manifestazioni venefiche.Se inalato risulta letale in pochissimi minuti. Potete mangiare tranquillamente le ciliegie stando attenti ovviamente a non ingerire il nocciolo.

patata3 (1)

  • Patate: le patate contengono la solanina, una sostanza tossica che si trova soprattutto nella buccia delle patate inverdite per esposizione alla luce, nei germogli e zona circostante, negli steli e ‘genericamente’ nelle patate infestate o ammaccate, mal conservate, immature. La solanina non può essere eliminata in cottura poiché viene eliminata solo se la temperatura è superiore ai 243°.

Tags:






Altre Ricette Buonissime

Commenta