I 5 ristoranti stellati più amati dai Paperon de’ Paperoni italiani. Nomi illustri

Anche i ricchi mangiano e secondo una recente classifica nazionale sembra che ci siano dei ristoranti stellati più amati di altri. Siete curiosi di sapere quali sono?

Chef stellati
Chef stellati (Foto di Clker-Free-Vector-Images da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La recente Guida Michelin 2022 ha confermato che nel nostro Paese ci sono 378 ristoranti stellati (una, due o tre stelle) distribuiti con grande predominanza in Lombardia dove ce ne sono ben 56!

Ecco la situazione regione per regione:

  1. Lombardia – 3 ristoranti***, 5 ristoranti**, 48 ristoranti*
  2. Campania – 8 ristoranti**, 40 ristoranti*
  3. Piemonte – 1 ristorante***, 4 ristoranti**, 40 ristoranti*
  • Valle d’Aosta – 2 ristoranti*
  • Liguria – 9 ristoranti*
  • Veneto – 1 ristorante***, 4 ristoranti**, 31 ristoranti*
  • Trentino Alto Adige – 1 ristorante***, 3 ristoranti**, 24 ristoranti*
  • Friuli Venezia Giulia – 2 ristoranti**, 5 ristoranti*
  • Emilia-Romagna – 1 ristorante***, 2 ristoranti**, 19 ristoranti*
  • Marche – 1 ristorante***, 1 ristorante**, 4 ristoranti*
  • Toscana – 1 ristorante***, 5 ristoranti**, 34 ristoranti*
  • Umbria – 3 ristoranti*
  • Lazio – 1 ristorante***, 2 ristoranti**, 25 ristoranti*
  • Abruzzo – 1 ristorante***, 4 ristoranti*
  • Puglia – 11 ristoranti*
  • Basilicata – 2 ristoranti*
  • Calabria – 7 ristoranti*
  • Sicilia – 2 ristoranti**, 14 ristoranti*
  • Sardegna – 5 ristoranti*

Non tutti i ristoranti però sono sempre quotati tutti allo stesso modo. Ce ne sono infatti alcuni che più di altri attirano i nostrani zio Paperone che non rinunciano nel nulla al mondo di prenotare per una cena informale o un evento speciale.

Quanto costa mangiare da…? I 5 ristoranti stellati più amati nel Bel Paese

Il primo ristorante amato e in cui si fatica a prendere appuntamento è il Relais Villa Crespi ad Orta San Giulio di proprietà dello chef Antonino Cannavacciuolo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Antonino Cannavacciuolo ricett pizza spaghetti
Antonino Cannavacciuolo (Instagram @antoninochef)

La struttura è di sua proprietà dal lontano 1999 quando lui e la moglie ne hanno rilevato l’attività cambiando drasticamente ogni aspetto interno del vecchio locale trasformandolo nel tempo in un posto del cuore dove amore e passione sono il collante che regge tutto il lavoro di fondo.

Il menù per Pasqua costa 200 euro, poco meno invece in giorni non festivi in cui lo chef propone sempre piatti innovativi di stagione frutto di sperimentazione accurata continua. Il menù degustazione Carpe Diem costa 120 euro + 60 di abbinamento vini mentre Itinerario dal Sud al Nord Italia costa 170 euro + 75 di abbinamento vini.

Segue il Ristorante da Vittorio sito in Via Cantalupa, 17, 24060 Brusaporto Italia. Il menù proposto può subire variazioni, nel rispetto della stagionalità dei prodotti e in correlazione con le disponibilità di mercato.

Il coperto costa 7 euro e possiamo avere a pranzo il Menù di lavoro al costo di 100 euro che prevede antipasto, primo, secondo, dolci escluse le bevande.

Troviamo poi “Carta Bianca“, un menù a sorpresa che per 300 euro regala agli ospiti “un’esperienza insolita per lasciarVi sorprendere e guidare dal nostro guizzo creativo“.

Il “Menù tradizionale” invece proposto a 200 euro (con vino e bevande sempre escluse), “è a base di pesci e crostacei preparato con gli arrivi dal mercato…Dove non mancherà il nostro Pacchero”.

Al terzo posto poi il ristorante Torre del Saracino nella città costiera di Vico Equense, proprio sotto la pittoresca Torre del Saraceno. Qui lo chef Gennaro Esposito mette in tavola la sua esperienza decennale frutto di sapori internazionali combinati con la cultura campana più autentica.

Secondo quanto svelato da FoodBlog, il prezzo per cenare da Gennaro oscilla tra i 90 e i 100 euro a persona, esclusi vini e bevande.

Seguono Il lusso delle semplicità – AB (Milano e Venezia) di Alessandro Borghese dove il costo complessivo per mangiare al locale del noto chef è di 85 euro per un menù classico di 3 portate con le bevande escluse dal prezzo.

Infine Casa Vissani a Braschi affacciato sul Lago di Corbara poco distante da Perugia e Orvieto. Qui si può mangiare crescendo tra tre proposte eccellenti sulla carta che comporta anche prezzi diversi:

1 livello: tre pietanze a scelta più il dessert (120 euro)
2 livello: cinque pietanze a scelta più il dessert (180 euro)
3 livello: proposta completa, più dessert a scelta della carta (250 euro)
(Scelta libera per il singolo piatto 45€, 20€ invece per i dessert)

Gianfranco Vissani Scherzi a Parte dettagli
Vissani con il suo staff al completo (Foto Instagram)

Attenzione però! A Casa Vissani si può pranzare anche con 30 euro. Questa offerta si chiama “1 Ora Vissani” e vale dalle 13 alle 14 (ma solo a pranzo il martedì, venerdì e sabato) per far provare la sua cucina anche a chi normalmente non frequenta locali stellati.