A che ora prendere il paracetamolo, l’ibuprofene e altri farmaci comuni

A che ora prendere il paracetamolo, l’ibuprofene e altri farmaci comuni

di Ivana Tramontano

paracetamolo

Milioni di persone assumono farmaci ogni giorno. Per alcuni è una singola pillola, ma per altri si tratta di una serie di medicinali, da assumere a stomaco pieno o vuoto. Una serie di ricerche fanno chiarezza sull’orario ideale in cui prendere certi medicinali. Ma vale sempre il saggio consiglio di rivolgersi al vostro medico.

Un nuovo studio olandese ha scoperto che l’assunzione di fluidificanti del sangue, come l’aspirina, sia più efficace di notte, piuttosto che la mattina, e potrebbe ridurre della metà la possibilità di malattie cardiache e ictus. I farmaci contro l’ipertensione riducono la pressione del flusso sanguigno attraverso il sistema circolatorio rilassando e allargando i vasi sanguigni. I pazienti che assumono compresse per la pressione sanguigna prima di coricarsi vedono un calo più pronunciato dei valori rispetto a quelli che li assumono al mattino.

Anche i medicinali per combattere l’ulcera e il reflusso gastroesofageo sono consigliati nelle ore serali, in quanto l’acido dello stomaco è naturalmente più alto tra le 19 e mezzanotte, quindi prendere le pillole la sera ferma i livelli di picco. Poiché il problema peggiore durante il pasto, gli scienziati hanno scoperto che i pazienti hanno riportato meno fastidio se il farmaco è stato assunto prima di cena.

Il paracetamolo, invece, riduce la produzione di sostanze chimiche che rendono sensibili le terminazioni nervose. Quindi, sebbene la causa del dolore rimanga, potremmo sentirla di meno. Il paracetamolo viene elaborato nel corpo dal fegato. Ma il farmaco potrebbe essere più tossico se assunto al mattino. “I nostri livelli di un enzima chiamato NAPQI nel fegato sono i più alti al mattino e il paracetamolo aumenta questo livello”, afferma il dott. Dellman al Daily Mail. ”Se questo enzima si accumula, può causare danni significativi. Quindi è meglio prenderlo la sera quando i livelli sono naturalmente bassi”. O comunque mai prima di pranzo.

Gli antinfiammatori come ibuprofene e naprossene vengono presi per il dolore causato dall’artrite reumatoide e malattie che si pensa siano causate dal sistema immunitario che attacca le articolazioni. La maggior parte dei malati di artrite reumatoide trovano che il loro dolore e la rigidità sono molto peggiori al mattino. Ma prenderli prima di andare a letto potrebbe essere più efficace. Una recensione dell’Università di Genova ha concluso che i pazienti che assumevano farmaci antinfiammatori a rilascio costante poco prima di coricarsi avevano meno dolore e rigidità al mattino rispetto a quelli che li avevano presi al risveglio. L’assunzione di farmaci durante la notte rilascia gradualmente le pillole nel flusso sanguigno, bloccando l’ondata di sostanze infiammatorie.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post