A New York una mostra sull’ultimo pasto dei condannati a morte

A New York una mostra sull’ultimo pasto dei condannati a morte

LA PREPARAZIONE
di Gastronauta Solitario

A New York una mostra sull’ultimo pasto dei condannati. “Ultimo desiderio?!” Quante volte nei film americani abbiamo sentito questa battuta, quando il poliziotto di turno chiedeva al condannato a morte quali fossero le sue volontà prima di essere giustiziato.

Kfc cerca assaggiatori di pollo
Pollo fritto

Ebbene, molti detenuti come ultimo desiderio della loro vita hanno optato per il cibo, un pasto “finale” con il quale salutare il mondo terrestre e prepararsi così all’estremo saluto. A New York una mostra ha raccolto le foto di vari “ultimi pasti” di detenuti che, poco prima di essere giustiziati, hanno cercato di trovare conforto nel cibo. Un’artista americana ha fotografato questi desideri gastronomici, per poi farci una mostra nella Grande Mela. Un’esposizione chiamata, in modo emblematico quanto cinicamente vero, The Last Meal, ed è una raccolta di Jacquelyn C. Black, che ha impresso in 23 foto le richieste e i desideri per le varie ultime cene di molti detenuti. Di fatto, mettendo su pellicola quello che è stato il desiderio finale di chi sapeva di andare incontro alla morte.

Mostra ultimo pasto condannati: cosa hanno mangiato

Le foto sono in mostra fino al prossimo 31 gennaio al  Parrish Art Museum e, vedendole, si rimane quasi colpiti dall’incredibile semplicità di molti di questi piatti. Nella maggior parte dei casi è junk food, hamburger e patatine fritte, probabilmente uno dei “pasti” più ricorrenti dei criminali, che in questi ritrovavano conforto a pochi attimi dall’esecuzione. Tra le altre richieste anche gelati, panini al formaggio, una mela, del latte con i cereali, del pollo fritto e delle caramelle, quasi un desiderio di voler tornare bambini, lontani dai problemi della vita e dal crimine.
Assieme alle foto anche le didascalie che tentano di ricostruire il profilo del condannato. Per mostrare, oltre quel piatto, la persona che l’ha richiesto, consumato, ultimo gesto prima di essere giustiziati.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post