Abbiamo sempre sbagliato? L’errore clamoroso nel preparare il tiramisù

0
36
errore tiramisù

Abbiamo sempre sbagliato: vi sveliamo l’errore più clamoroso nella preparazione del tiramisù e i trucchi per farlo in modo impeccabile

errore tiramisù
Una crema ben montata è sinonimo di successo per un dolce alto e morbido

 

Il tiramisù è il dolce italiano per eccellenza. Unico nel suo genere, cremoso e vellutato, dalla consistenza compatta ma non eccessivamente denso, sono in molti a farne versioni sempre differenti e gustose come ad esempio alla fragola o all’ananas. Oggi vogliamo svelarvi alcuni errori clamorosi che si commettono nella preparazione insegnandovi qualche utile trucchetto per farlo sempre in modo impeccabile. Scopriamo insieme gli errori

 

LEGGI ANCHE:  Tiramisù di crepes, la torta originale e gustosa: ecco il ‘trucco’ per ottenere la forma perfetta

L’errore che commettiamo sempre nel tiramisù: ingredienti freddi e caffè tiepido

C’è chi lo prepara con la panna, chi solo con i tuorli, chi ancora utilizzando altri formaggi rispetto al classico mascarpone. Nonostante questo dolce richieda poche regole, è però di norma dovere rispettarle affinché il nostro dessert sia sempre alto, soffice, morbido e corposo. Vediamo insieme allora qualche errore che commettiamo spesso nella preparazione del tiramisù e qualche trucchetto utile

Per rimanere aggiornato su trucchi e tecniche di cucina CLICCA QUI 

 

Ingredienti freddi: sappiamo bene che le uova, specialmente quando molto fresche, debbano essere riposte in frigo per conservarle al meglio, ma nella preparazione del tiramisù è sempre meglio utilizzarle a temperatura ambiente. Questo ci permetterà di poter montare tuorli e zucchero a dovere ed ottenere degli albumi a neve compatti e leggeri. La bassa temperatura del frigo potrebbe allungare di molto questo processo e addirittura non farlo eseguire nel modo giusto. Anche i contenitori dove andiamo a lavorare non dovrebbero essere troppo freddi, soprattutto se andiamo a realizzarlo in inverno. Prima di procedere quindi con la realizzazione del dolce, usciamo gli ingredienti dal frigo almeno un’ora prima.

Uova non pastorizzate: le uova crude possono contenere spesso batteri che, se non pastorizzate, possono indurre ad intossicazioni alimentari molto gravi. Pastorizzarle in casa è davvero molto semplice, basterà creare uno sciroppo di zucchero unendo 50 gr di zucchero con 50 gr di acqua, far arrivare sul fuoco ad una temperatura di 121° e poi versarle a filo sui tuorli mescolando di continuo con una frusta. Basterà poi procedere con lo zucchero previsto dalla ricetta e montarlo con le uova per ottenere una spuma corposa e totalmente sicura.

errore tiramisù
Se qualcosa è andato storto e la nostra crema risulta esser troppo morbida, non demoralizziamoci. Inseriamola con i savoiardi in bicchieri bassi e larghi e serviamolo al cucchiaio!

Caffè tiepido: chiariamo subito che il caffè per fare il tiramisù deve assolutamente essere quello della moka e mai solubile o espresso dalla macchinetta. Non zuccheriamolo e lasciamolo in frigo in modo che diventi ben freddo, in questo modo il biscotto sarà  umido al punto giusto ma non si spappolerà e si amalgamerà per bene alla crema.

Mascarpone poco lavorato: uno degli errori più grandi che spesso commettiamo nel fare il tiramisù è unire subito il formaggio alle uova. Lavoriamo invece prima con le fruste il mascarpone, in modo che poi unendolo alla monta di zucchero e uova non si creino grumi e la crema possa risultare ben uniformata e amalgamata. Non mescoliamo mai gli albumi al composto con la frusta, piuttosto utilizziamo una spatola larga con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Riposo necessario: molti di noi pensano che il tiramisù possa essere pronto in circa 4/5 ore, ma in realtà il tiramisù perfetto necessita di riposare almeno 10 ore in frigorifero, ecco perché si consiglia sempre di realizzarlo il giorno prima. Il cacao fa sempre aggiunto all’ultimo in modo che la crema non lo assorba eccessivamente. Gli ingredienti si amalgameranno ed avremo un dolcetto sofficissimo e soprattutto che mantenga la sua forma ben montata. Se proprio non possiamo realizzarlo il giorno prima, possiamo riporlo nel freezer lontano dalle pareti ma comunque per dei tempi relativamente lunghi, almeno 3 ore.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM