Acqua contaminata da stafilococco, quali sono i lotti a rischio ritirati dai supermercati

Un ritiro urgente per rischio microbiologico grave, sembra il secondo per il brand dopo quello del 2018 che ha gettato nel panico tutto il Sud Italia. Vediamo di cosa si tratta stavolta.

acqua migliore supermercato
Scaffale di bottiglie di acqua al supermercato (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si tratta sempre di rischio microbiologico – “Per Staphylococcus aureus – il motivo per cui la nota azienda di acqua si è trovata costretta a ritirare alcuni lotti del suo prodotto dal mercato.

Questo perchè già nel 2018 si era presentato il medesimo problema, tale per cui anche MD Discount che all’epoca la distribuiva maggiormente, ha dovuto richiamarne un lotto.

Sono interessate al provvedimento le confezioni  da 1,5 litri di acqua naturale, imbottigliate nello stabilimento di Popoli (provincia di Pescara), che fanno parte del lotto di produzione B7289A con scadenza al 17/04/2019″.

Il richiamo aveva interessato all’epoca solo i punti vendita MD del Sud Italia, dove in alcuni punti vendita è stato affisso un avviso con i dati del lotto, vediamo ora invece i lotti bloccati e quello che spiega la nota pubblicata in Gazzetta ufficiale del Ministero.

Ritirati alcuni lotti di Acqua Fonte Valle Reale, consumatori in pericolo

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro di alcuni lotti di acqua minerale Fonte Valle Reale dai supermercati con denominazione di vendita Acqua Minerale Naturale Oligominerale 1,5 lt.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Acqua Minerale Naturale Fonte Valle Reale bloccata Staphylococcus dettagli
Acqua Minerale Naturale (screen salute.gov.it)

Come spiegato sopra, si tratta di due lotti a rischio di contaminazione da Stafilococco aureo (Staphylococcus aureus). Questo tipo di batterio è potenzialmente pericoloso perchè insidioso e molto difficile da debellare.

Le confezioni sono state prodotte negli stabilimenti di Gran Guizza SpA a Popoli (Pescara) nello stabilimento attivo in località Valle Reale sulla S.S. 17.

I due lotti segnalati al momento sono 10LB2202A e 08LB2208A da 1,5 lt, con scadenza rispettivamente 20/01/2024 e 26/01/2024 venduta in confezioni PET x 6 bottiglie.

Il consiglio riportato in Gazzetta è quello di non consumare il prodotto se già presente in casa e di riportarlo nel punto vendita più vicino per il cambio merce immediato, anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge nazionale sul tema.

Che cos’è lo Staphylococcus aureus?

S. aureus è un batterio Gram-positivo con forma sferica e aerobio, che dà origine a colonie in cui i microorganismi assumono una disposizione “a grappolo”.

Possiamo senza dubbio di re che è uno dei batteri patogeni più virulenti in assoluto ed è capace di dare origine a diverse malattie, alcune delle quali molto gravi.

Le infezioni da Stafilococco aureo si contraggono generalmente da contatto fisico, spesso da mani contaminate, ed è in grado di sopravvivere nell’acqua, oppure per via aerea, attraverso le goccioline di saliva emesse mentre si parla, con tosse o starnuti.

Come riporta il sito www.my-personaltrainer.it, “lo stafilococco colonizza cute e mucose. Si stima, infatti, che tale microorganismo sia presente nel naso (in genere, temporaneamente) e sulla cute, rispettivamente, nel 30% e nel 20% degli individui adulti“.

Maggiormente soggette a tale infezione sono le persone immunocompromesse, bambini molto piccoli oppure coloro che utilizzano dispositivi medici invasivi.

L’infezione da Stafilococco aureo possono manifestarsi attraverso vari sintomi e malattie anche se le principali sono le seguenti:

  • Febbre
  • Brividi
  • Bassa pressione sanguigna
  • Forte mal di testa
  • Fiato corto
  • Piaghe o foruncoli sulla pelle
  • Protuberanze gonfe, rosse, dolorose
  • Protuberanza pieni di liquido o pus
  • L’area interessata è calda al tatto
  • Difficoltà di movimento e dolore alle articolazioni accompagnato da sensazione di calore endocardite
  • Polmonite
  • Tromboflebite cellulite.

Solitamente le infezioni da stafilococco aureo guariscono da sole, senza il bisogno di trattamenti medici specifici. In altri casi, però, c’è bisogno di assumere antibiotici prescritti dopo accurata diagnosi ed accertamenti medici.

Acqua Minerale Naturale Fonte Valle Reale bloccata Staphylococcus dettagli
Staphylococcus aureus (Foto @microbioma.it)

In altri casi ancora invece, come polmoniti o infezioni del sangue, occorre urgentemente il ricovero ospedaliero.