Alessandro Borghese deve il suo successo a loro, confessione shock: “Sono l’uomo più felice della terra”

La recente intervista a reportergourmet.com ha messo ancora ombre e luci sulla figura del cuoco tra i più amati del panorama nazionale. Ecco che cosa ha rivelato Borghese.

Alessandro Borghese intervista prime esperienza mondo cucina
Alessandro Borghese (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’illustre chef figlio dell’attrice Barbara Bouchet e dell’imprenditore napoletano Luigi Borghese oggi Alessandro Borghese è uno dei nomi più conosciuto della cucina nazione, merito anche grazie ai suoi programmi di punta “4 Ristoranti” e “Celebrity Chef 2” la cui nuova stagione a settembre è stata un successone assicurato.

Borghese però non è solo un grandissimo chef ma anche un amorevole padre di famiglia (figlie Arizona di 9 anni e la piccola Alexandra di 5) e marito affettuoso della sua dolce metà Wilma Oliviero che gli è accanto dal 2008.

Non solo tv e famiglia nella sua vita però, ma anche tanta cucina che ha saputo rendere il suo maggiore successo grazie non solo l’apertura del suo locale milanese AB – Il lusso delle semplicità, ma anche del secondo ristorante a Venezia appena un paio di mesi.

Si tratta di una location da sogno che merita doppiamente la prenotazione da parte dei turisti in visita nel capoluogo veneto. Palazzo Ca’ Vendramin Calergi infatti si estende per circa 740 metri quadrati, di cui 400 interni e 340 di giardino affacciato sul Canal Grande.

Se però la vita dello chef sembra oggi serena e felice, così non è stata quando ha iniziato giovanissimo la sua esperienza nel mondo della cucina. Ecco che cosa ha dichiarato intervistato recentemente da reportergourmet.com ed il suo rapporto attuale con i clienti.

Borghese sconvolge i fan, “Non è stato facile ma…”

Ha iniziato la sua esperienza nel mondo della ristorazione nelle navi da crociera quando aveva appena 17 enne, gli erano pagati solo vitto e alloggio e nulla di più per vivere.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Grazie a questa lunga vita in mare però Borghese si è fatto le ossa ed ha potuto conoscere terre e luoghi lontani come il Sud America, New York e Londra dove poi si è anche trasferito successivamente per perfezionare il suo modo di cucinare.

Nel 2004 arriva poi la chiamata per condurre il suo primo format tv e quindi anche la scelta di creare una casa tutta sua (Milano) dove mettere su famiglia.

Non sono stati momenti facili all’inizio, motivo questo che lo ha spinto anche a rilasciare quelle pesanti dichiarazioni in merito all’incapacità (a suo dire) dei giovani di oggi di adattarsi ai ritmi frenetici che la cucina esige (compresi gli stipendi bassi ed il rigore quasi militaresco):

Ha però riconosciuto anche, intervistato dalla rivista Reporter Gourmet che ora dopo tanti sacrifici si sente appagato finalmente e che il merito lo deve principalmente ai clienti affezionati che mettono piede nei suoi ristoranti:

Gli ospiti mi dicono spesso che è come stare a casa. Quando sento certe parole, sono l’uomo più felice della terra. Io faccio il cuoco la mia mission è distribuire felicità e gioia a chi viene a trovarci.

Alessandro Borghese figlio segreto 16 anni dettagli
Alessandro Borghese (Instagram)

Anche il cuoco è un tenerono in fondo, si commuove spesso e sa portare rispetto a chi riconosce sforzi e sacrifici messi in scena con amore e costanza da parte sua e del suo staff.