Allarme trigliceridi: questo è quello che devi assolutamente evitare

Per tenere a bada il colesterolo cattivo LDL devi assolutamente assumere questi alimenti ed evitarne invece di pericolosi per la tua salute. Cerchiamo di fare chiarezza.

Trigliceridi alti cibi in e out
Trigliceridi alti (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono sempre di più le persone che soffrono di ipercolesterolemia, ovvero i valori di colesterolo troppo alti che il sangue trasporta per via venosa.

Questa situazione è dovuta ad un livello di trigliceridi troppo alti nel sangue, ovvero dei lipidi (grassi) condensati nel sangue come riserva di energia pronto uso derivati dall’assunzione di cibo e liquidi.

Quando si parla di “colesterolo alto” di solito ci si riferisce a quello ematico che per il 20-30% proviene dal cibo, mentre il resto proviene dalla produzione endogena del fegato.

Per parlare di questa cosa dobbiamo far riferimento alle lipoproteine, ovvero sostanze che trasportano colesterolo, trigliceridi e fosfolipidi nel flusso sanguigno. Le LDL sono lipoproteine a bassa densità, le HDL sono ad alta densità.

Le lipoproteine HDL sono dei veri spazzini perchè ripuliscono le arterie. Quindi valori più elevati di HDL sono positivi e diminuiscono il rischio di sviluppo di malattia coronarica.

Invece un aumento dei livelli di lipoproteine LDL nel sangue (quelle che portano il colesterolo dal fegato agli altri tessuto) è associato a un aumento di rischio di aterosclerosi.

I trigliceridi alti nel sangue e di conseguenza anche il colesterolo, spesso è legati a fattori genetici, ma altre volte dipende molto da cattive abitudini a tavola che vanno modificate per non incorrere in pericolosi effetti per la nostra salute.

Colesterolo alto e trigliceridi, cibi in e cibi out

Per chi vuole diminuire drasticamente il livello di colesterolo nel sangue e abbassare i trigliceridi il consiglio dei nutrizionisti è sempre e solo uno: evitare alcool, fumo, una vita sedentaria, cibi industriali preconfezionati ricchi di grassi e zuccheri, la farina bianca.

legume tenere bada livelli zuccheri sangue
Colesterolo buono vs colesterolo cattivo (adrian_ilie825 da Adobe Stock Photo)

Piuttosto invece bisogna dare precedenza a cibi nutrienti ma che possano avere sul breve e lungo periodo effetti benefici per il nostro sistema. Tra questi ovviamente il pesce azzurro (sarde, sardine, sgombro) ricchissimo di omega-3 e omega-6, l’avocado, cereali integrali (pasta, polenta, riso, mais, avena, farro, eccetera).

Frutta e verdura fresca di stagione, frutta secca, miele, proteine magre come pollo, tacchino, coniglio, uova, latticini, ma anche legumi, cereali (avena, segale, quinoa), e acqua da assumere con costanza durante tutto il giorno.

Ottimo anche lo yogurt greco 0% di grassi a basso contenuto di lattosio, ottimo in quanto rinforza più degli altri yogurt sul mercato il sistema immunitario, riducendo i livelli di colesterolo in circolo normalizzando a catena quindi anche i livelli glicemici.

plumcake con mele e yogurt ricetta
Bowl di yogurt greco (foto di Igor da AdobeStock)

Questo alimento inoltre è ricco di proteine, 100 g di prodotto ne contengono circa 9 g! Fornisce anche un buon apporto di vitamine del gruppo B, soprattutto la B12 ottima per regolarizzare la funzionalità cerebrale.

Lo yogurt greco è una fonte essenziale di probiotici grazie alla presenza di fermenti lattici vivi indispensabili per rafforzare la microflora intestinale.