Allerta alimentare, due prodotti molto noti ritirati per contaminazione batterica. I dettagli

Doppio ritiro urgente del Ministero della Salute relativo alcuni prodotti diffusi nei supermercati lungo lo Stivale, il consiglio come sempre è di non consumarli.

Supermercato

Il Ministero della Salute e il Rasff hanno comunicato poche ore fa sul portale ufficiale del Governo una nuova allerta alimentare che riguarda due prodotti ritirati per la presenza sospetta di contaminazione microbiologica al loro interno.

Vediamo insieme i dettagli dei prodotti in questione e l’avvertenza riportata dallo stesso Ministero per i consumatori ignari che li hanno acquistati.

Come ogni volta si raccomanda di non consumare il prodotto in questione e di riportarlo al punto vendita per il cambio merce immediato del lotto segnalato.

I dettagli dei lotti ritirati: massima attenzione per i  consumatori

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Sono stati ritirati due prodotti molto consumati nel nostro Paese, ecco i dettagli sui lotti tolti dal mercato:

  • Minestrone di verdura venduto in confezioni monouso da 600g con data di scadenza 15/08/2021. Marchio del prodotto Le Delizie Emiliane con ragione sociale dell’OSA Nuova Jolly Srl. Marchio di identificazione dello stabilimento CE IT 13C1R sito a Modena.

Il motivo del richiamo è la non conformità microbiologica per contaminazione da batteri anaerobi solfito riduttori rilevata in autocontrollo.

  • Taleggio DOP al latte crudo venduto in forma intera con data di scadenza al 24, 27, 30 e 31 luglio 2021. Marchio del prodotto Pascoli del Fattore con ragione sociale dell’OSA e del produttore Casarrigoni Srl sito in provincia di Bergamo nel comune di Taleggio.

Il motivo del richiamo è la riscontrata presenza di STEC (Escherichia coli produttore di tossina shiga) gene eae sg O103 in 25g di prodotto. I lotti in questione sono il 15145, 15148, 15151, 15152, 16145 e 16152.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Come detto in precedenza, in via cautelativa si raccomanda di non consumare il formaggio e il minestrone con le scadenze e i lotti segnalati e di restituire i prodotti se acquistati al punto vendita dove è previsto per legge un cambio merce immediato.