Allerta alimentare | formaggio Lidl a rischio: disposto richiamo immediato

0
33
allerta alimentare formaggio

Allerta alimentare, formaggio Lidl a rischio: è stato disposto il richiamo immediato da parte del Ministero della Salute per rischio infezione, i dettagli

allerta alimentare formaggio
Il Ministero della Salute ritira il Brie dell’azienda Lidl per presenza di escherichia coli

Il Ministero della Salute sul suo sito ufficiale dispone una nota in merito al richiamo immediato del marchio di un prodotto della nota catena ‘Lidl‘ risultando contaminato. Si tratta nello specifico del formaggio Brie cremoso con latte crudo. Scopriamo i dettagli

LEGGI ANCHE: Allerta alimentare, rischio chimico: Ministero Salute ritira 9 formaggi

Allerta alimentare, formaggio Brie contaminato: scatta il richiamo

Il prodotto nello specifico riguarda la confezione del Brie da 100 gr del marchio ‘Specialità del Casaro‘ nella versione composta da latte crudo. Il motivo del richiamo sembrerebbe riguardare la presenza di Escherichia Coli.

Per rimanere aggiornato su trucchi e consigli di cucina CLICCA QUI

Batterio di comune riscontro all’interno dell’intestino umano, fa parte della flora intestinale come commensale, innocuo per la salute dell’uomo. Tuttavia alcuni ceppi possono essere decisamente nocivi e possiedono una patogenicità tale da causare malattie infettive come setticemia, meningite e coliche emorragiche. Il periodo di incubazione può rilevarsi tra le 12/60 ore e tra i 3/5 giorni, i sintomi presentati dall’infezione possono riguardare diarrea non emorragica, stati febbrili e dolori addominali. Dopo le 48 ore la diarrea ricompare commista a sangue e può sparire fino a 10 giorni dopo aver contratto il batterio. Può inoltre offendere il tratto urinario provocando cistite, uretrite e prostatite. Il ministero della Salute nella circolare del sito ufficiale invita tutti a non consumare il prodotto dell’azienda ‘JERMI Lasewerk GmbH‘ con sede tedesca a Laupheim-Baustetten, restituendo ogni singolo pezzo al supermercato che provvederà al rimborso o alla scelta di un altro prodotto avente la stessa fascia di prezzo del formaggio sequestrato. Altre informazioni utili potrebbero essere quelle della data di scadenza riportata sulla confezione risalente al 31/10/2020 con numero del Lotto al 403. Considerata la situazione d’emergenza, non sarà necessario esibire lo scontrino alla cassa.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM