Allerta alimentare, richiamate alette di pollo Carrefour per rischio chimico

Il Ministero della Salute ha richiamato un lotto di alette di pollo per presenza di Salmonella, tutti i dettagli che i consumatori devono conoscere per la loro salute. 

Cosce di pollo con salsa
Cosce di pollo (Foto di bishop tamrakar da Pexels)

Nuovo allarme in via precauzionale suk sito del Ministero della Salute e del Rasff che comunica il ritiro immediato dagli scaffali di un lotto di alette di pollo vendute con marchio Carrefour.

La catena francese impegnata nella grande distribuzione dal canto suo ha comunicati ai consumatori la nota direttamente tramite affissione nelle varie sedi del blocco, con il consiglio di non consumare il prodotto se già in possesso e di riportarlo nel punto vendita più vicino per il cambio merce immediato.

Il motivo del ritiro è “Rilevata presenza di salmonella agona, rilevata presenza di Salmonella infantis“. Non si tratta del primo caso di Salmonella denunciata negli ultimi mesi, ricordiamo il formaggio ovicaprino del marchio Pascoli Italiani commercializzato da Eurospin.

Entriamo nel dettaglio e vediamo di cosa si tratta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nuova allerta alimentare, ritirati due lotti di latte per l’infanzia contaminato. Rischio microbiologico alto

Lotto nel mirino, tutti i dettagli da conoscere

L’esatta denominazione di vendita è “Pollo allevato a terra origine Italia alette di pollo fqc” commercializzato da Carrefour. Il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto viene venduto è Gs Spa via Caldera 21 Milano. Il nome del produttore invece è C.A.F.A.R. sito in via Pirandello 5/7 – 47043 Gatteo (FC) con marchio di identificazione dello stabilimento IT 0 27 M CE.

cosce e sovracosce pollo
Cosce e sovracosce pollo (Foto di Yulia Furman AdobeStock)

Il lotto interessato dal ritiro è il numero 0051000478 con data di scadenza e termine minimo di conservazione al 10/02/2022. Non è specificato invece il volume unità di vendita.

Il motivo del richiamo è la “Rilevata presenza di Salmonella agona e rilevata presenza di Salmonella infantis“. Nello specifico la prima è un sierotipo di Salmonella che non viene frequentemente isolato nell’uomo, più spesso correlato alla contaminazione dei mangimi.

Mentre il secondo invece la seconda, come le altre categorie, è presente nell’intestino di animali e uomo, i quali frequentemente risultano essere portatori sani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Richiami alimentari della settimana: cosa vi siete persi dal 12 al 19 febbraio 2022

Quest’ultima si diffonde negli alimenti e nell’ambiente esterno con la contaminazione fecale delle carcasse che può avvenire durante la macellazione soprattutto del pollo. A differenza della altre tipologie è molto meno diffusa (rappresenti poco meno del 3% di tutti i sierotipi isolati i Europa).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup 

Come già specificato nelle altre segnalazioni di prodotti contaminati da Salmonella, anche qui ribadiamo che questo batterio se ingerito può provare problemi al tratto intestinale più o meno gravi.

Si va da problemi tra i più semplici da combattere come vomito, dissenteria, vertigini, capogiri, nausea fino alla febbre alta e svenimento. In questi casi è sempre meglio avvertire il proprio medico di base che suggerirà cosa fare.