Allerta alimentare, richiamati cracker semintegrali per ossido di etilene

Il Ministero nelle scorse ore ha ritirato dal mercato due prodotti dal forno per la presenza di sostanze pericolose al loro interno.

Crackers ritirati dal mercato ossido di etilene lotti
Crackers (Foto di Eva Elijas da Pexels)

Nelle scorse ore sono stati due i prodotti segnalati dal Ministero della Salute sempre per presenza di ossido di etilene oltre i limiti di legge consentiti a livello europeo.

Ricordiamo che i limiti europei per questa sostanza negli alimenti sono stati fissati a 0.05 mg/kg come specificato dal Regolamento UE 1540/2020. Inoltre lo IARC nel 1994 ha classificato l’ossido di etilene come agente cancerogeno, tossico e mutageno per l’uomo.

Cracker ritirati, i dettagli sui lotti incriminati

Si tratta di due prodotti molto consumati nel mercato e soprattutto per questa ragione i consumatori devono prestare massima attenzione.

Ritiro urgente crackers ossido etilene
Supermercato (Foto di Oleg Magni da Pexels)

Il primo prodotto incriminato sono i Biocrackers al sesamo e rosmarino con olio extravergine di oliva 10% venduti in confezioni da 250 g con scadenza al 30/11/2021. I lotti ritirati sono il 5920 e il 6130. Il marchio del prodotto e la ragione social dell’OSA è Nuova Industria Biscotti Crich Spa sita a Zenson di Piave, Treviso.

NaturaSì, invece, ha segnalato il richiamo di un prodotto a marchio Sapori della Natura: si tratta dei Cracker semintegrali sesamo e rosmarino Ecor, per “impiego di semi di sesamo non conformi alla regolamentazione europea per presenza di ossido di etilene”.

Potrebbe interessarti anche –> Allerta alimentare, nuovo ritiro di semi di sesamo per contaminazione

I prodotti in questione sono venduti in confezione da 250 grammi, con il numero di lotto 6550 e il termine minimo di conservazione al 31/07/2021. Anche qui il nome del produttore come il precedente richiamo fa riferimento a Nuova Industria Biscotti Crich Spa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Potrebbe interessarti anche –> Allerta alimentare, due prodotti molto noti ritirati per contaminazione batterica. I dettagli

In via cautelativa si raccomanda di non consumare i prodotti con i numeri di lotto e le scadenze segnalate e riportarli al punto vendita d’acquisto, dove saranno sostituiti o rimborsati anche senza esibire lo scontrino.