Allerta massima per i consumatori, contiene Salmonella: altro prodotto amato eliminato dal mercato

Si torna a parlare di Salmonella, dopo lo scandalo che ha visto come protagonista la Kinder e lo stabilimento Ferrero di Arlon in Belgio, da poco riaperto. Colpiti ora anche tre prodotti da forno italiani.

Cibo contaminato Salmonella nuovo ritiro Ministero
Cibo contaminato Salmonella (Foto @klkfavorit.ru)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Negli ultimi mesi non si fa altro che parlare di pericolo Salmonella, per la prima volta emerso lo scorso Natale in concomitanza con lo scoppio del primo focolaio nello stabilimento Ferrero di Arlon in Belgio, che da poco ha riaperto e ora ha in corso un’azione milionaria per risarcire le famiglie colpite dalla sciagura sanitaria.

Il duro colpo legato al batterio però non si è fermato. Nelle ultime ore è emerso un nuovo caso nel colosso Barry Callebaut sito presso Wieze sempre in Belgio, colosso che rifornisce di cioccolato marchi noti come Mars, Snickers e Kitkat.

L’azienda ha dichiarato che giovedì 30 giugno ha interrotto la produzione di cioccolato non appena è stata trovata presenza di Salmonella in un lotto pronto per essere immesso sul mercato.

Se il caso belga quindi sembra essere stato contenuto dentro i suoi confini nazionali, non è successo invece per un altro prodotto molto amato dagli italiani che invece è stato bloccato urgentemente dal Ministero tramite comunicazione in Gazzetta ufficiale.

Vediamo subito di che si tratta.

Marchio e lotto nel mirino, consumatori in pericolo Salmonella

Si tratta di un richiamo che ha interessato un lotto di una famosa marca ben distribuita in tutti i supermercati nazionali, ovvero la Fumagalli in cui è stata ritrovata la presenza di Salmonella.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

batterio salmonella effetti rischi
Il batterio della salmonella visto al microscopio (Kateryna_Kon da Adobe Stock Photo)

Il lotto in questione è 229137 e si tratta del salame Pic Nic venduto nella confezione da 200 grammi e prodotto nello stabilimento di Fumagalli, situato in provincia di Como (a Tavernerio, in via Briantea 18).

Il consiglio anche stavolta è quello di non consumare il prodotto segnalato se già presente in casa. Riportarlo poi nel più vicino punto vendita per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge nazionale.

Tutto quello che c’è da sapere sulla salmonella è già stato trattato da CheCucino in modo accurato in un nostro precedente articolo dove davamo notizia sulla sua origine e contagiosità, nonché il pericolo per la salute umana

La Salmonella si manifesta in pochi giorni con sintomi quali diarrea, dolore addominale e occasionalmente vomito e leggera febbre, che di solito regrediscono da soli in alcuni giorni. Neonati, bambini, anziani e persone con un sistema immunitario indebolito possono sviluppare sintomi più gravi. In caso di sviluppo di uno di questi sintomi, consultare il medico indicando una possibile infezione da Salmonella.

Questo batterio si scatena in concomitanza con l’aumento delle alte temperature che contribuiscono alla proliferazione batterica. Mentre invece quali sono i cibi a rischio di contrarre Salmonella ne abbiamo parlato lungamente nell’articolo indicato al link.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Inoltre ricordiamo che il contagio può avvenire non solo con l’assunzione di alimenti contaminati, ma anche attraverso utensili e superfici in cui si cucina o l’ingestione di acqua (contaminata).