Antonella Clerici, pranzo di ferragosto: il particolare che fa infuriare i follower

0
100
Antonella Clerici Instagram
Antonella Clerici fa infuriare i follower: il particolare non passa inosservato

Antonella Clerici fa scatenare la rabbia su Instagram: quel particolare sulla sua tavola di ferragosto non è passato inosservato

Antonella Clerici Instagram
Antonella Clerici fa infuriare i follower: il particolare non passa inosservato

Antonella Clerici sta trascorrendo una splendida vacanza in Normandia con la sua piccola Maelle e il suo compagno Vittorio Garrone. Non solo, pare proprio che negli ultimi giorni si siano aggiunte alla compagnia altre persone, come Carlotta Mantovan e sua figlia Stella. Insomma, tutti uniti nel fresco di quelle terre e lontani invece dal caldo ‘impossibile’ che sta invadendo l’Italia in questi giorni. Come hanno trascorso la giornata di ferragosto? Con una bella grigliata all’aperto: un pranzo tra il verde dei prati e tanto cibo buono. Ma c’è un particolare che non è passato inosservato e che, anzi, ha fatto infuriare qualcuno. Andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa si tratta.

Antonella Clerici attaccata per il pranzo di ferragosto: quel dettaglio non è passato inosservato

Pubblica un’immagine su Instagram della sua grigliata di ferragosto, Antonella, ma qualcuno ha subito da ridire. Arrivano tanti messaggi d’affetto, saluti dall’Italia, ma non solo. Come detto, c’è qualcuno a cui proprio non va giù una cosa: quella bottiglia in plastica sulla tavola apparecchiata. Beh, sappiamo bene che la plastica ha arrecato ingenti danni al nostro pianeta ma non è il post di Antonella il post adatto a discuterne, non trovate?! Nel commento c’è scritto: “Ma l’acqua nella bottiglia di plastica non si può vedere! Greta Thunbergh e Csaba insegnano! Bevete la sana, pulita, economica, eco-sostenibile acqua del rubinetto”. Antonella Clerici ha anche risposto al commento: “In Normandia impossibile”. Chissà per quale ragione. Forse, non si fabbricano bottiglie di plastica per contenere acqua. Non lo sappiamo, in effetti. Forse, ce lo spiegherà proprio la bella Antonellina quando tornerà dal suo fantastico viaggio in Normandia. Così, potremo capirne anche di più sull’utilizzo che si fa della plastica in altre nazioni.