Antonino Cannavacciuolo: succede ogni volta che vedono la sua macchina in…

Antonino Cannavacciuolo: succede ogni volta che vedono la sua macchina in cortile

LA PREPARAZIONE
di Marco

Antonino Cannavacciuolo: un retroscena molto curioso su quello che accade ogni volta che vedono la sua macchina nel cortile di casa.

Cannavacciuolo paese d'origine
Cannavacciuolo: cosa succede quando torna nel suo paese d’origine

Antonino Cannavacciuolo si è concesso, negli ultimi giorni di questa caldissima estate 2019, qualche giorno in totale relax in Costiera Amalfitana. Lo chef campano partirà presto con un nuovo progetto lavorativo per cui è già finito in un bel po’ di polemiche. Tuttavia, prima ha deciso di rilassarsi un po’. E quindi… cosa c’è di meglio del mare della sua Vico Equense? Sul suo profilo Instagram è infatti spuntata una foto che lo ritrae in compagnia di moglie e figli in una bellissima vasca. Un po’ di fresco era proprio quello che ci voleva.

LEGGI ANCHE: Cannavacciuolo nella bufera: in città tutti ‘arrabbiati’ con lui, cos’è successo

Cosa succede quando vedono la macchina di Antonino Cannavacciuolo

Non sono poche le volte in cui decide di tornare a casa per passare a trovare mamma e papà. E’ molto affezionato alla sua terra e non ha mai fatto segreto delle difficoltà che ha incontrato a starne lontano durante il periodo lavorativo. Ormai, la sua casa è in Lombardia, ma non può rinunciare alle sue radici. Così, di tanto in tanti, quando gli impegni glielo permettono, si concede una scappatella in paese. Lo si vede spesso tra il bar e il circolo Acli di Ticciano. L’accoglienza dei cittadini del sud non può essere che calorosa ogni volta che lo chef fa ritorno in paese. Sono tante le persone che l’hanno visto crescere e, adesso, vederlo in televisione fa un certo effetto. Così, ogni volta che torna a casa in paese diventa una festa. Comincia tutto quando qualcuno vede la sua auto parcheggiata nel cortile della sua vecchia dimora. “Tutti vogliono andare da lui per salutarlo – il racconto di una compaesana – e non c’è una sola persona alla quale Antonino non riservi un sorriso o l’immancabile pacca sulla spalla”. Insomma, a quanto pare, nonostante sia andato lontano dal suo paese, lo chef Cannavacciuolo è rimasto ben ancorato alle sue origini, alle sue tradizioni, alla sua gente.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post