Arancini di riso siciliani

PREPARAZIONE: 120 minuti COTTURA: 7 minuti
DIFFICOLTA': Difficile COSTO: Medio
Arancini di riso siciliani
LA PREPARAZIONE

 

1

Prendete una padella e tagliate a pezzetti ciò che serve per il soffritto ovvero carote, cipolla e sedano. Fate rosolare per bene e versate nella stessa pentola il tritato.

2

Raggiunta una cottura medio bassa, aggiungete i piselli, e successivamente, versate nella pentola, la salsa di pomodoro e fate cuocere il tutto a fuoco molto basso. Salate e condite con pepe a piacimento.

3

Adesso preparate il brodo vegetale mettendo in una pentola dell’acqua con una carota, una costa di sedano ed una cipolla e lasciate bollire per 20 minuti circa.

4

Prendete una casseruola verate dentro 50 gr. burro ed il trito di una cipolla e lasciate soffriggere dolcemente per 7 minuti circa.

5

Quando la cipolla si sarà imbiondita versate il riso.

6

Tostate il riso e successivamente sfumate con il vino bianco. Una volta sfumato il vino aggiungete del brodo vegetale fino a coprire il riso e aggiungetene ogni volta che viene assorbito, per ultimare la cottura.

7

In un bicchiere sciogliete lo zafferano in un po di brodo ed aggiungetelo al riso. Aggiungete un po di sale che aggiusterete verso la fine.

8

Quando mancheranno 2 minuti alla fine della cottura, togliete la casseruola dal fuoco, aggiungete 50 gr. di burro e mantecate il riso dal basso verso l’altro. Quando il riso avrà assorbito il burro, versatelo in un recipiente e lasciatelo raffreddare.

9

Disponete su un tavolo, tutto ciò che serve per la creazione degli arancini.

10

Con una mano prendete un pugno di riso, disponetelo sull’altra leggermente a conca e livellate il riso fino quasi a rivestire il palmo della mano.

11

Prendete una cucchiaiata di ragù di carne e disponetela al centro del riso.

12

Con la mano libera prendete un altro piccolo pugno di riso e cercate di dargli la forma del precedente aiutandovi con il dorso della mano occupata.

13

Ponete la mano rivestita solo del riso sull’altra mano e cercate di unire delicatamente le due parti.

14

Ponete l’arancino nel piatto con l’albume e con l’aiuto di due cucchiai rigiratelo all’interno.

15

Passatelo poi nel pangrattato e panatelo delicatamente. Quando saranno tutti pronti potete friggerli. Per la frittura è importante che l’olio sia abbondante, deve ricoprire almeno per metà gli arancini.

16

Man mano che friggete gli arancini riponeteli in una ciotola foderata di carta assorbente e lasciateli riposare un paio di minuti prima di mangiarli.
arancini - traditional fired rice fastfood in Sicily

Attiva modalità lettura
INGREDIENTI

Fai il login e salva tra i preferiti questo post