Asparagi, come riciclare i gambi. Ricette e consigli

Asparagi: lo sapete che i gambi sono molto buoni? Ecco della idee per ricette per utilizzare tutte le loro parti. Consigli per piatti antispreco.

asparagi
Asparagi in vaso (foto da Pixabay)

Le proprietà degli asparagi sono ben note: le fibre favoriscono i processi digestivi, sono ricche di potassio e magnesio. É un ortaggio che aiuta la diuresi.

Ma sapevate anche che degli asparagi non si butta via nulla? Anche i gambi, poco usati in cucina, sono ricchi di proprietà e non solo con essi si possono creare delle ricette squisite antispreco.

Anche se considerati parti di scarto, con i gambi degli asparagi si possono dare vita a piatti molto gustosi come, per esempio, degli sfiziosi antipasti fatti di cestini di pane croccante con crescenza e, appunto, gambi di asparagi o, anche, delle fresche tagliatelle con gambi di asparagi sfilacciati e nocciole.

Queste sono solo alcune delle idee possibili; qui vedremo, invece, come preparare della pasta super golosa.

Leggi anche -> Lasagne autunnali: un primo piatto speciale ideale per questa stagione!

La ricetta speciale: trofie, pancetta e gambi di asparagi

asparagi
Fascio di asparagi (foto pixabay)

Ecco la ricetta delle trofie, pancetta e asparagi, un piatto cremoso, ideale per riciclare i gambi duri.

Ingredienti

1 mazzo di asparagi- utilizzeremo i gambi
100 gr di pancetta dolce a cubetti
300 gr di trofie fresche
Panna fresca- 3 cucchiai colmi
Sale e pepe q.b.
50 gr parmigiano grattugiato

Per il procedimento: iniziamo lessando gli asparagi. Una volta cotti separiamo i gambi dalle estremità; tagliamo i gambi e rimettiamoli a cuocere nella stessa acqua di cottura. Quando saranno ben cotti, frulliamoli per creare una cremina.

Da parte mettiamo l’acqua sul fuoco per le trofie, nel frattempo in una padella ben calda mettiamo a rosolare la pancetta, quando questa sarà dorata aggiungiamo la cremina di asparagi e la panna fresca. Facciamo cuocere a fuoco vivo per qualche minuto. Scoliamo le trofie due minuti prima del completamento di cottura e versiamole nella padella. Aggiustiamo di sale e pepe, mantechiamo con il parmigiano e il piatto è servito.

Leggi anche -> Voglia di pasta? La ricetta della busiate col pesto alla trapanese fa volare