Attenzione massima a come conservi l’avocado: questo metodo è dannoso!

L’allarme arriva dalla FDA americana. Ecco allora che cosa fare per conservare correttamente l’avocado se non vuoi incorrere nel rischio di salmonella o listeria.

Attenzione massima a come conservi l'avocado: questo metodo è dannoso!
Avocado conservato nell’acqua (TikTok)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Negli ultimi giorni su TikTok, e non solo, stanno circolando video in cui si spiega come conservare l’avocado per farlo durare più a lungo senza farlo annerire.

Per i tiktoker cinesi infatti basta conservato (intero o tagliato a metà) con tanto di buccia in acqua all’interno del frigo. Uno stratagemma per tenere fresco il frutto e non farlo annerire.

Nulla da ridire sull’efficacia del procedimento, se non fosse che alla base però la pratica è da evitare per una motivazione esclusivamente sanitaria.

Si è scomodata persino la Fda statunitense (acronimo di Food and Drug Administration) che ha messo tutti sull’allerta con il seguente articolo che in poche ore ha fatto il giro del web.

Come mai tutto questo allarmismo? Non crederete alla vostre orecchie, a rischio la salute umana!

Avocado, cosa si rischia conservandoli in acqua

… la Fda non raccomanda questa pratica. La preoccupazione principale riguarda la possibilità che eventuali agenti patogeni umani residui che potrebbero risiedere sulla superficie dell’avocado possano potenzialmente moltiplicarsi durante lo stoccaggio quando immersi nell’acqua”.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

avocado 10 cibi pelle sana luminosa bella
Avocado (Foto di Juraj Varga da Pixabay )

Si legge infatti questo in un passaggio presente sul citato articolo pubblicato con grande celerità dall’associazione dopo che si è resa conto di quanto velocemente i video del noto social stavano diventando virali.

In soldoni, questo procedimento potrebbe favorire il proliferare di batteri presenti sulla buccia e dannosi per la salute umana, tra i quali la salmonella e la listeria.

Come già più volte ricordato qui sul sito, i sintomi dell’infezione da listeria o salmonella includono febbre, mal di testa, dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea, nonché il ricovero ospedaliero nei casi peggiori.

Sempre sul testo emanato dalla Fda, si legge anche che da una ricerca del 2018 eseguita su oltre 1.615 campioni di avocado, il 17,73% presentava una contaminazione di Listeria sulla buccia.

L’unico consiglio sicuro a tal proposito quindi è quello di lavare accuratamente l’avocado sotto acqua corrente prima di tagliarlo, previa asciugatura, per evitare poi che sul coltello finiscano eventuali residui batterici.

Per quanto riguarda la conservazione, basta invece tenerlo in un ambiente asciutto (va bene sia il frigo che il ripiano della cucina) per non correre rischi inutili.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Prevenzione a Tavola (@prevenzioneatavola)

Per ricapitolare: i frutti non maturi possono essere lasciati in dispensa fino a quando non si ammorbidiscono mentre quelli già maturi possono invece essere lasciati in frigorifero per tre o quattro giorni. Attenzione, non congelateli perchè si rovinano.