Attenzione massima alle patate fritte: ecco cosa succede al tuo corpo se le mangi spesso

Sono buone e invitanti, una vera golosità, ma mangiare troppo spesso le patate, soprattutto quelle fritte, non fa bene. Vediamo quali sono gli svantaggi e con cosa è bene sostituirle.

patate fritte danni
Patate fritte (foto da AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Cibo e dipendenza: se mangi questi alimenti è impossibile smettere. Il motivo
  2. Offertissima Lidl: elettrodomestico super accessoriato a prezzo stracciato. Da non perdere
  3. Il risotto salsiccia e gorgonzola, con un ingrediente “frizzante” che fa la differenza

Se ne fa un gran consumo: le patate sono molto gustose in tante modalità di preparazione, e in particolare quando sono fritte possono essere una tentazione a cui è difficile resistere.

Se si mangiano troppo frequentemente però il corpo ne risente. Non fanno bene alla salute, anzi possono proprio danneggiarla.

Tante volte si considerano le patate come il resto di verdure e ortaggi e si pensa che siano un cibo estramente salutare e innocuo.

In realtà, nonostante le numerose proprietà benefiche, possono rivelarsi dannose soprattutto se il consumo che se ne fa non è equilibrato e molto pericolo viene dalla frittura, quando si sceglie questa tipologia di cottura, senz’altro invitante.

Le patate hanno un buon potere saziante, ma al tempo stesso presentano un indice glicemico abbastanza elevato e nell’insieme della dieta offrono meno benefici rispetto a verdura e frutta.

I pericoli per la salute di un consumo eccessivo di patate

Tra le ricadute altamente dannose che può provocare un consumo smodato o troppo frequente di patate c’è sicuramente come primo effetto l’aumento di peso.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

patate fritte danni
Patate (Foto di Michael Burrows da Pexels)

Sono caloriche e si tenderà ad ingrassare se se ne mangiano troppe. La glicemia aumenta immediatamente e il pancreas produce più insulina che di conseguenza fa abbassare troppo la glicemia con l’effetto di una maggior fame e quindi di mangiare di più.

Ma non solo, il rischio è quello di aver problemi di ipertensione, perché le patate hanno un alto contenuto di potassio e possono causare uno squilibrio dei livelli di sodio.

Connesso con l’aumento della glicemia c’è il rischio che si possa incorrere anche nel diabete. In particolare se le patate sono fritte e il consumo è troppo frequente c’è da considerare che si può arrivare anche ad ammalarsi di questa patologia.

In pecentuale è stato riscontrato che c’è la possibilità del 30% in più rispetto a chi mangia patate fritte solo raramente.

Le patate infine, secondo alcuni studi potrebbero addirittura contribnuire all’insorgenza di tumori sempre a causa dell’alto tasso glicemico.

patate fritte danni
Crocchette di patate (foto di Studio Gi da AdobeStock)

Il consiglio degli esperti è quello di introdurre nell’alimentazione quotidiana 5 porzioni di verdure e diminuire il consumo di patate in caso fosse frequente e abbondante.