Attenzione massima, ritirato dagli scaffali famoso marchio di caffè: il motivo

Il motivo del ritiro riguarda il superamento dei limiti di Ocratossina A superiore al limite previsto dal Reg. 1881/2006 e s.m.i. Vediamo nel dettaglio marchio e lotti bloccati nelle ultime ore.

Caffè Gusto Classico Macinato a marchio Juanito rischio ocratossina A oltre limiti legge
Caffè macinato (Foto di 1195798 da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nuova allerta massima del Ministero della Salute e del Rasff stavolta ai danni di un noto marchio di cafè bloccato per rischio chimico grave, quindi molto pericoloso per la salute delle persone.

La nota pubblicata in Gazzetta recita: “Riscontrati livelli di ocratossina A oltre la soglia consentita”. Si tratta infatti di una sostanze (micotossina) che se ingerita può causare gravi danni per la salute umana.

Solo qualche settimana fa la notizia del ritiro precauzionale era stata comunicata dagli store aderenti alla vendita del marchio, quindi Tuodì, Ingrande, Fresco Market, che avevano diffuso il richiamo nelle loro pagine ufficiali alla sezione News —> Allerte e richiami.

Sempre nella nota del Ministero di legge anche di non consumare il prodotto in questione e di riportarlo nei punti vendita di acquisto (sopra citati) per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge nazionale in materia.

Ora però è arrivata l’ufficialità del Governo che ne ha dato comunicazione urgente nel proprio sito alla sezione www.salute.gov.it/portale/news. Vediamo quindi nel dettaglio di cosa si tratta.

Marchio e lotto di caffè bloccato per rischio chimico, consumatori in pericolo

Il Ministero della Salute ha comunicato il richiamo dal mercato di un lotto di Caffè Gusto Classico Macinato a marchio Juanito. Il motivo del ritiro riguarda il superamento dei limiti di ocratossina A superiore al limite previsto dal Reg. 1881/2006 e s.m.i.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Caffè torrefazione marche migliori Italia classifica 2022
Caffè torrefazione (Foto di butterflystroke da Pixabay)

Il prodotto è venduto in confezioni da 250 grammi con il numero di lotto D06X e il termine minimo di conservazione (Tmc) 06/04/2024.

Il caffè è prodotto dal Gruppo Gimoka Spa nello stabilimento attivo di via delle Industrie n 4° ad Andalo Valtellino in provincia di Sondrio. Il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato invece è targato Dico Spa (Roma).

Ricordiamo anche che l’ocratossina è davvero una delle sostanze più pericolose per la salute, è infatti in grado di inibire la sintesi proteica, con una apprezzabile attività immunosoppressiva, soprattutto la variante A si accumula nel rene e può dare nefrotossicità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup 

Il limite massimo di ocratossina A stabilito per legge europea è di 0,50 microgrammi /kg per i preparati a base di cereali e per gli alimenti per lattanti, nonché per gli alimenti dietetici speciali per i lattanti.