Aumenta l’epidemia di diabete: allerta insufficienza di insulina

Aumenta l’epidemia di diabete: allerta insufficienza di insulina

Milioni di persone faranno fatica ad accedere all’insulina salva-vita man mano che l’epidemia di diabete continua. Secondo uno studio pubblicato su The Lancet Diabetes and Endocrinology, il numero di persone che vivono con diabete di tipo 2 aumenterà di oltre il 20 per cento nei prossimi 12 anni.

In particolare, i dati della International Diabetes Federation stimano che il numero di pazienti in tutto il mondo aumenterà da 406 milioni a 511 milioni entro il 2030. La maggior parte di queste persone vivrà in Cina (130 milioni), in India (98 milioni) e negli Stati Uniti (32 milioni). E, anche se solo 79 milioni di questi avranno bisogno dell’ormone salvavita, solo la metà sarà in grado di ottenerlo.  “Queste stime suggeriscono che i livelli attuali di accesso all’insulina sono altamente inadeguati rispetto alle esigenze previste”, ha affermato il dott. Sanjay Basu dell’Università di Stanford, che ha guidato la ricerca.

Nonostante l’impegno delle Nazioni Unite a trattare le malattie non trasmissibili e garantire l’accesso universale ai farmaci per il diabete, in gran parte del mondo l’insulina è scarsa per i pazienti. Il numero di adulti con diabete di tipo 2 dovrebbe aumentare nei prossimi 12 anni a causa dell’invecchiamento, dell’urbanizzazione e dei cambiamenti associati nella dieta e nell’attività fisica. “A meno che i governi non inizino iniziative per rendere l’insulina disponibile e accessibile, il suo utilizzo sarà sempre ben lontano”.

Parte del problema sembra essere che la domanda è aumentata parallelamente al costo, che è aumentato negli ultimi anni, in particolare negli Stati Uniti, dove è sempre più inaccessibile. Nel frattempo, la produzione è attualmente controllata da tre grandi compagnie farmaceutiche.  Il dott. Tim Reed, di Health Action International, che ha finanziato lo studio, ha affermato che un migliore accesso all’insulina è essenziale. “I governi dovrebbero usare queste informazioni per pianificare un bisogno crescente”, ha detto a The Guardian.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post