Avocado, perchè è meglio non esagerare

Avocado, perchè è meglio non esagerare

Tutti adorano l’avocado, alcuni quasi all’ossessione. Il grasso che lo rende così vellutato è il tipo di grasso “buono” insaturo utile per abbassare i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL). Inoltre è ricco di fibre e sostanze nutritive che migliorano la qualità nutrizionale di tutto ciò che stai mangiando.

“L’avocado è un grasso migliore del grasso animale. Ma solo se consumato con moderazione”, dice il dott. Andrew Freeman, cardiologo della National Jewish Health, a DailyMail.com. “In un posto come New York, ovunque tu vada, tutti stanno mangiando due o tre centimetri di avocado sul loro pane tostato. È semplicemente oltraggioso. Non fraintendetemi, è cremoso e delizioso, ma dico sempre ai pazienti che dovrebbero mangiare qualsiasi grasso con moderazione, incluso l’avocado. Per le persone con malattie cardiache avanzate, ci sono prove che non dovrebbero assolutamente averle”.

Dal punto di vista nutrizionale, il numero elevato di calorie è un problema. In realtà c’è solo bisogno di una frazione del frutto per ottenere i benefici, di più potrebbe non essere necessario. “È salutare, ma riguarda il controllo delle porzioni” , ha detto a DailyMail.com Tammy Lakatos-Shames. Utile per assorbire i richiami di nutrienti di avocado perché il grasso ti aiuta ad assorbire meglio le preziose vitamine di tutto ciò che mangi, specialmente le vitamine A, D, E e K.

Un avocado ha circa 322 calorie, 29 grammi di grassi e 13 grammi di fibre. “Supponiamo che una ragazza stia cercando di perdere peso, potrebbe necessitare di 1.200 calorie al giorno. Un avocado è un quarto dei suoi bisogni e le persone con malattie cardiache dovrebbero evitarlo.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post