Barbabietola, Proprietà E Benefici

Barbabietola, Proprietà E Benefici
LA PREPARAZIONE

La barbabietola rossa è un alimento conosciuto sin dall’antichità, tanto che si ritrovano tracce in un papiro babilonese, ed è un alimento dalle molteplici proprietà benefiche per il nostro organismo.  E’ composta per circa l’87 % da acqua, 6,8% da zuccheri, 2,8% da fibre, 1,6% da proteine, 1% ceneri e carboidrati e 0,15% di grassi.

barbabietola (1)

La barbabietola rossa contiene ferro, potassio, magnesio, zinco, ferro, fosforo, calcio rame, manganese, selenio e sodio, oltre a vitamina A, del gruppo B, C e J. Quindi è particolarmente indicata per chi soffre di eventuali carenze di vitamine e Sali minerali, in caso di convalescenza o anemia.

Sono inoltre molto ricche di antiossidanti e flavonoidi, elementi utili per contrastare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Molto indicato per prevenire il tumore al colon. Inoltre, grazie alla ricchezza di potassio e sodio, le barbabietole hanno un’azione diuretica che favorisce la rimozione dei liquidi corporei in eccesso. Sono utili in caso di ipertensione, iperuricemia e gotta.

La barbabietola è anche un grande alleato per proteggere la salute della vista, grazie alla presenza di vitamina A. Inoltre è in grado di migliorare la circolazione del sangue e prevenire malattie cardiovascolari. Bere succo di barbabietola rossa aiuta a combattere l’ipertensione e l’anemia.

Tra le vitamine del gruppo B spicca l’acido folico, conosciuto anche come vitamina B9, ritenuto particolarmente efficace durante la gravidanza, al fine di evitare difetti nello sviluppo del nascituro. Il contenuto di vitamina B9 è maggiore nella barbabietola rossa cruda e può essere ridotto dalla cottura.

Le controindicazioni della barbabietola riguardano chi soffre di gastrite, poiché questo ortaggio stimola la produzione di succhi gastrici; inoltre contiene zuccheri, per cui chi soffre di diabete dovrebbe valutarne l’opportunità di assunzione o consumarla con le dovute cautele. Attenzione anche alla presenza di calcio, quindi viene sconsigliata per chi ha problemi di calcoli renali.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post