Bastoncini di surimi ritirati dai supermercati: “Errore di etichettatura”

Nuova allerta segnalata dal Ministero della Salute in Gazzetta, stavolta sono stati coinvolti di bastoncini di surimi per errore di etichettatura. Vediamo nel dettaglio l’azienda ed il lotto incriminato. 

Surimi cosa contiene facciamo chiarezza
Surimi al banco frigo (Foto di Sergey Ryzhov AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nuovo ritiro precauzionale da parte del nostro Ministero della Salute finito dritto dritto in Gazzetta sul sito www.salute.gov.it, dopo la segnalazione arrivata nei gironi scorsi da parte dei due grandi catena nazionali.

Questa, infatti, è stata fatta dalle catene di supermercati Carrefour e Tigros, che hanno chiesto di non acquistare i bastoncini di surimi a pezzi in salamoia del marchio Riunione.

Il motivo? Un errore in etichettatura che potrebbe costare caro ai consumatori ignari di quello che mettono nel carrello.

Abbiamo già visto cos’è il surimi nell’articolo “Sai che cosa c’è dentro il surimi? La risposta ha dell’incredibile, impariamo a leggere l’etichetta“.

Il prodotto che vediamo sempre in vendita nei banchi frigo dei supermercati di tutto il mondo si presenta in forma cilindrica di colore arancione o rosso e bianco, costituito da vari strati di polpa di pesce arrotolata. Ma sapete con che pesce è realizzato?

Un testo che vi consigliamo di leggere per approfondire la conoscenza di questo prodotto spesso acquistato in maniera inconsapevole dagli acquirenti che invece dovrebbero porsi maggiori interrogativi sul tema.

Surimi ritirato, lotto nel mirino. Facciamo chiarezza

Il motivo del ritiro in questo caso da tutti i banchi frigo è un possibile errore di etichettatura: su alcune confezioni, infatti, potrebbe essere presente l’etichetta dei gamberi in salamoia al posto di quella del surimi. Inoltre manca l’indicazione degli allergeni pesce, uovo, frumento e soai.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Quindi due gravi errori in etichettatura: il primo metterebbe a rischio chi è allergico al surimi pensando di mangiare gamberi, il secondo tutti i soggetti allergici/intolleranti a pesce, uova, frumento e soia!

La denominazione corretta di vendita è bastoncini di surimi a pezzi in salamoia venduti in barattoli da 500 grammi (peso sgocciolato 225 grammi) con numero di lotto 15790-20 e termine ultimo di conservazione al 13/11/2022.

I bastoncini di surimi richiamati sono stati prodotti per Riunione Industrie Alimentari (marchio del prodotto e nome o ragione sociale dell’OSA) dall’azienda Chrisfish Danmark A/S.

Quest’ultima ha sede nello stabilimento di Fiskerihavnsgade 47, a Frederikshavn, in Danimarca.

Per ricevere ulteriori informazioni a riguardo è possibile contattare l’azienda interessata utilizzando i due numeri di telefono riportati in nota: si può chiamare lo 010 803344 interno 1211/216 oppure 351 8240057.

Addetto controllo qualità
Addetto controllo qualità (Foto di hedgehog94 AdobeStock)

Si raccomanda alle persone allergiche alla soia di non consumare e restituire al negozio i prodotti con le date di scadenza dei lotti incriminati. Il prodotto in questione non presenta alcun rischio per i consumatori non allergici a soia, frumento, uova e pesce.