Benedetta Rossi, i suoi finti mini diplomatici sono più buoni di quelli della pasticceria. Garantito!

Una nuova ricetta ben riuscita per Benedetta Rossi che ha rivelato come poter ricreare a casa nostra uno dei dolci più amati della pasticceria nazionale. Curiosi di capire il suo segreto?

Benedetta Rossi ricetta finti mini Diplomatici
Benedetta Rossi (Foto Instagram @fattoincasadabenedetta)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La cuoca marchigiana ha svelato come poter realizzare a casa uno dei dolci mignon più amati e acquistati in tutte le pasticcerie d’Italia, ovviamente però con quel tocco creativo che la contraddistingue ed un trucco veloce super ingegnoso.

Ricordiamo infatti che i “veri” Diplomatici sono originari di Palermo e sono composti da pasta sfogliacrema di ricotta e pan di spagna, un assemblaggio di preparazioni decisamente lunghe e complicate. Soprattutto se non si è un pasticcere con i fiocchi e anni di gavetta alle spalle.

Ecco quindi il consiglio furbo di Benedetta Rossi nella realizzazione dei Diplomatici:

Se vogliamo gustare i nostri mignon per più di un giorno, il mio consiglio è quello di preparare in anticipo la pasta sfoglia e conservarla non farcita in un sacchetto ben chiuso, per poi farcire all’occorrenza“. Partiamo con la ricetta.

Ingredienti e preparazione dei finti mini Diplomatici secondo Benedetta Rossi

Nella ricetta di Benedetta è usato l’Alchermes ma si può tranquillamente sostituire con una bagna al caffè, lo stesso vale per la crema pasticcera da alternare a quella al cioccolato a seconda dei gusti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Benedetta Rossi ricetta finti mini Diplomatici
Crackers non salati (Foto di Jean Pierre Llanos Garcia da Pixabay)

INGREDIENTI

  • 1 litro di latte intero
  • Buccia di 1 limone bio
  • 170 g di zucchero semolato
  • 140 g di farina 00
  • 4 uova intere
  • 20 g crackers non salati in superficie
  • 20 Savoiardi
  • Liquore Alchermes qb.
  • Acqua per inzuppare qb.
  • Zucchero a velo qb.

PREPARAZIONE (circa 30 min + 2 ore in frigo)

Si parte dalla crema: versare in un pentolino il latte con la buccia del limone e mettere il tutto a scaldare sul fuoco basso. A parte in una ciotola rompere le uova e sbatterle con una frusta, aggiungere lo zucchero e la farina setacciata poco a poco sempre mescolando per evitare che si formino grumi.

Quando il latte è ben caldo va tolto dal fuoco e tolta la buccia del limone, va poi aggiunto gradatamente nella terrina con le uova sempre continuando a mescolare.

Riportare tutti sul fuoco continuando a mescolare con la frusta finché non si addensa la crema (ci vorranno circa 2 minuti). Spegnere il fuoco e tenere da parte.

Per avere una crema ancora più compatta si può anche versarla in un piatto piano e coprirla con la pellicola ben aderente alla superfice, questo agevolerà il raffreddamento ed eviterà la formazione di bolle in superficie. Tenere fuori dal frigo.

Per assemblare il tutto usare un piatto rettangolare o quadrato, e sulla sua base adagiare i cracker non salti e sopra un primo strato di crema che andrà livellata bene.

A parte in una ciotola preparare la bagna con l’acqua e l’Alchermes: il liquore va usato a piacere, ovviamente potete aggiungerne di più se preferite in risultato più carico.

Inzupparci i Savoiardi e appoggiarli poi sopra la crema. Fare un altro strato di crema e poi di crackers. Cospargere di zucchero a velo e riporre in frigo almeno 2 ore per una maggiore compattezza generale del dolce. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Benedetta Rossi (@fattoincasadabenedetta)

Una volta trascorso il tempo indicato i finti mini Diplomatici vanno porzionati (usate un coltello con la punta sottile) e disposti in un piatto da portata, magari accanto ad una buona tisana allo zenzero e coriandolo.