Benedetta Rossi ricorda il momento più bello: “Eravamo emozionati”

Benedetta Rossi ha condiviso poche ore fa alcune foto e molti video in cui ricorda un momento molto emozionante della sua vita e di quella del marito Marco Gentili

Benedetta Rossi
Benedetta Rossi -foto instagram

La foodblogger, conduttrice televisiva e scrittrice di tanti libri di cucina e ricette Benedetta Rossi ha pubblicato su Instagram il ricordo di un momento dolcissimo insieme a suo marito e a un altro maschietto speciale.

È trascorso un anno da quel 5 settembre 2020 quando nella vita della coppia è arrivato lui, Cloud, il cagnolino beige dal tenero musetto nero, che ha conquistato i suoi padroni con un batter di coda.

Benedetta Rossi e Marco Gentili, il momento in cui è arrivato Cloud a casa

Il piccolo cagnolino di taglia media è arrivato esattamente un anno fa a casa di Benedetta e Marco per riempire il loro cuore di gioia e felicità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Benedetta Rossi (@fattoincasadabenedetta)

Nei video condivisi sui social si vede il piccolo Cloud in auto mentre dorme e con i suoi nuovi padroni va nella sua nuova dimora. Esplora prima il giardino di casa Rossi-Gentili e si abitua subito a fare i bisogni fuori poi entra nel salone e passa al setaccio anche quella dopo un leggero timore all’ingresso.

C’è poi una clip in cui l’amico pelosetto è nella sua cuccetta per poi passare la divano tra le carezze della provetta cuoca. C’è anche il momento della pappa e il piccolo guarda sempre Marco, tanto che Benedetta ammette che ha scelto suo marito come padrone.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Emma Marrone esagera! Il peccato è inevitabile

Il cucciolo a cui i due coniugi hanno dato un tetto sulla testa è arrivato dopo la morte di Nuvola, la cagnolina che avevano prima. Il dolore è stato forte ma il piccolo Cloud ce la sta mettendo tutta per non far sentire la mancanza ai suoi padroni della piccola con lo stesso suo nome ma scritto all’italiana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Cecilia Rodriguez torna alla “normalità”. La sana abitudine che non può aspettare