Bevande zuccherate e cancro: può esserci un possibile legame

Bevande zuccherate e cancro: può esserci un possibile legame

di Ivana Tramontano

Secondo uno studio francese ci sarebbe correlazione tra il consumo di bevande zuccherate e un aumento del rischio di cancro.

A firmare lo studio il team di Mathilde Touvier, del Sorbonne Paris Cité Epidemiology and Statistics Research Center (Cress). I ricercatori hanno esaminato i dati relativi a 101.257 adulti francesi sani (21% uomini, 79% donne) con un’età media di 42 anni al momento dell’inclusione nello studio. I partecipanti sono stati seguiti per un massimo di 9 anni (2009-2018) calcolando i consumi giornalieri di bevande zuccherate e bibite con dolcificanti artificiali, confrontati con le cartelle cliniche dei pazienti e i dati relativi alle assicurazioni sanitarie.

Secondo i risultati un aumento di 10 cl al giorno nel consumo di bevande zuccherate (sia succhi di frutta che bibite) sarebbe associato a un aumento del 18% del rischio di cancro (con un +22% per il tumore al seno). Gli autori avvertono che è necessaria una certa cautela nell’interpretazione di questo risultato, a causa di un livello di consumo relativamente basso nel campione. Inoltre si tratta di uno studio osservazionale che non può stabilire un nesso di causa-effetto tra bevande zuccherate e cancro. Ma, considerando studi precedenti, è un ulteriore invito a ridurre drasticamente il consumo di queste bibite.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post