Bevono 7mila euro in champagne e scappano senza pagare: è caccia ai ladri

Si sono lasciati prendere la mano con i brindisi della serata e quando il cameriere ha presentato il conto si sono dileguati. Notte brava a Firenze dove sono in corso le ricerche. 

Scappano per non pagare 7000 euro di Champagne Firenze
Scappano per non pagare 7000 euro di Champagne (Foto CheCucino)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sembrerebbe la trama di un film americano di caccia al ladro eppure tutto si è svolto a Firenze, più precisamente nell’Oltrarno, dove un gruppo di sette amici tutto intorno ai 40 anni, sabato sera 30 luglio, ha deciso di fare baldoria.

Come riportano La Nazione e Il Tirreno, gli amici coinvolti “avrebbero iniziato verso mezzanotte brindando con qualche cocktail, per poi passare alle bollicine e infine a bottiglie di champagne sempre più costose da 300 euro e due magnum di champagne da 2.400 euro, concludendo la serata con una bottiglia di Dom Perignon da 4.500 euro“.

Quando però il cameriere ha presentato il conto finale di circa 7.000 euro, ai commensali è passata la voglia di festeggiare e si sono dileguati.

Uno di questi si sarebbe allontanato senza farsi vedere, altri quattro invece avrebbero abbandonato il locale di corsa, lasciando al tavolo due malcapitati che sono stati raggiunti dal proprietario che ha chiamato subito la Polizia locale. Il seguito è tutto da leggere.

Scappano senza pagare 7.000 euro di conto, a chiamare il 112 il proprietario

Il proprietario del locale (di cui non sappiamo il nome) ha preteso il pagamento dagli unici due clienti rimasti. Le carte presentate sono state però rifiutate dai circuiti di pagamento e sono riusciti a saldare i conti racimolando “appena” 1000 euro in contanti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

I due malcapitati quindi sono stati comunque denunciati per insolvenza fraudolenta all’arrivo dei militari del 112. Che fine hanno fatto invece gli altri quattro scappati? Sembra esserci stata una caccia al ladro in città ma senza esiti positivi per la Polizia.

7 Champagne acquistare Cenone dettagli
Brindisi con Champagne (Foto di cottonbro da Pexels)

Che cosa si intende per insolvenza fraudolenta?

L’insolvenza fraudolenta è un delitto contro il patrimonio, realizzato mediante frode, previsto dall’art. 641 del codice penale.

La gravità del reato è insita nella condotta del soggetto che ritiene utile adottare un comportamento finalizzato ad ottenere gli effetti della dissimulazione, anche nel caso in cui osservi il silenzio o decida di mentire.

Nel codice penale di legge quanto segue, relativamente la pena da scontare per il soggetto che si macchia di tale reato.

Se un soggetto contrae un’obbligazione, dissimulando il proprio stato d’insolvenza, con l’intento di non adempierla, è punito, qualora l’obbligazione non sia adempiuta, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a due anni o con la multa fino a 516 euro. Il reato si estingue adempiendo all’obbligazione prima della condanna.

Si resta nell’ambito puramente civile quando una simile condotta del soggetto agente non è preordinata e conseguentemente non diviene dolosa.

Champagne Moet ritirato ecstasy 1 morto dettagli
Champagne (Foto di New Africa AdobeStock)

Occorre considerare che, fino a quando il termine attribuito alla prestazione non è scaduto, è ancora possibile adempiere all’obbligazione. Ciò che rileva è la data in cui si palesa l’inadempimento.