Bollitore o microonde per bollire l’acqua? | Cosa conviene veramente

Qual è il modo più conveniente per bollire l’acqua? Si consuma meno con il bollitore o riscaldando l’acqua nel forno a microonde? Ecco la risposta.

bollire acqua metodo migliore
Bollitore o microonde per bollire l’acqua (Checucino)

In tempi di rincari economici, ormai presenti da tanti mesi per gli italiani, i metodi per risparmiare sono quanto di più si cerca.

Anche un semplice gesto come far bollire l’acqua per fare un tè o una tisana può essere fatto all’insegna del risparmio.

Limitare i consumi è possibile, basta ingegnarsi e conoscere elementi che possono tornare utili, anche al portafoglio.

Spesso non ci si pensa, ma anche bollire l’acqua, se lo si fa con sistemi diversi, comporta un diverso piccolo consumo e naturalmente c’è un modo più economico degli altri.

I metodi che esistono per far bollire l’acqua sono sostanzialmente 4: si può usare il bollitore elettrico oppure la pentola posta sul fuoco, a gas o sulla piastra a induzione o all’interno del forno a microonde.

La questione su quale sia il modo più efficace e a basso costo è stata studiata dai ricercatori dell’Università della California di San Diego e gli esperti sono giunti a queste conclusioni.

Bollitore, piastra a induzione, microoonde: ecco il modo più economico per bollire l’acqua

I fattori che sono stati presi in considerazione dagli studiosi si concentrano sull’analisi e il nesso che si stabilisce tra l’efficacia, il consumo e il tempo impiegato.

bollire acqua metodo migliore
Bollire l’acqua nella piastra a induzione (Pexels)

LEGGI ANCHE: Maxi cookies di porridge croccanti, ricetta vegana super fit per chi si allena

Per quanto riguarda l’efficacia, secondo  Tom Murphy il sistema migliore risulterebbe la bollitura su piastra a induzione. 

A differenza degli altri metodi, anche dell’uso del gas, a seguito dei test effettuati risulterebbe una maggior efficacia dell’85% se si adopera l’induzione.

LEGGI ANCHE: Supermercati, l’elenco dei migliori| La lista di Altroconsumo

Ili bollitore elettrico, che è creato appositamente per questo scopo, ha il primato della rapidità. Ma quanto ai consumi risulta essere quello più dispendioso.

Il suo consumo infatti si aggira su 1,6 kW all’ora, con un costo conseguente di 0,73 euro per ogni ora in cui viene usato.

Rispetto agli altri due metodi, e quindi il forno a microonde e il fornello a gas, è certamente migliore sul piano ecologico.

LEGGI ANCHE: Mini tortine al limone, senza glutine e uova. Deliziosamente facili da preparare

Riscaldare l’acqua nel microonde come livello di efficienza raggiunge soltanto il 43% anche se il costo è decisamente ottimo se si considera che consuma 0,02 euro per 5 minuti di utilizzo.

Nel fornetto però possono essere riscaldate solo piccole quantità di acqua, il suo utilizzo quindi è limitato a qualche tazza e non può comprendere certo quella che serve per cuocere la pasta.

Infine, circa il fornello a gas è stato riscontrato che risulta essere il meno efficiente. Migliora se si usa un coperchio che non disperde il calore, e se il fornello è piccolo rispetto a quello più grande anche se come controaltare c’è un maggior allungamento dei tempi.

bollire acqua metodo migliore
Bollire l’acqua sulla piastra a induzione(AdobeStock)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM 

Con un grado di efficienza fermo solo al 15% è battuto dalla piastra a induzione che invece raggiunge l’85% e si classifica come la scelta migliore da fare.