Come preparare un brodo “indimenticabile”: i 5 segreti degli Chef

Come preparare un brodo indimenticabile: ecco svelati i 5 segreti  degli Chef per realizzarlo in modo impeccabile, saporito e salutare

 

Con l’arrivo delle fredde stagioni, il brodo è sempre più presente nelle nostre pentole e nei nostri piatti. Base per moltissime ricette, in Inverno viene consumato spesso con i tortellini, con della pasta come i maltagliati, con i canederli o delle tenere polpettine. Di carne o di verdure, non viene solamente servito in quanto pasto, ma anche per allungare zuppe, insaporire sughi e risotti, carni e pesci al forno. Anche i meno interessati alla cucina sanno cosa sia e come si prepari, ma noi vi sveliamo 5 segreti per farlo a regola…di Chef!

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Pancetta? Provola? No, ecco l’ingrediente per la pasta e patate perfetta

 

Di carne o di verdure, l’importanza dei giusti passaggi

verdure per brodo
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Per fare un buon brodo, occorre pazienza. Non bisogna avere fretta. Non esistono ingredienti prestabiliti, ma pochi e semplici passaggi per garantire la riuscita di un qualcosa di semplice ma gustoso e sopratutto sano. Vediamo i 5 segreti per realizzare un brodo nel modo corretto.

La carne e le verdure: Se vogliamo realizzare un brodo di carne, non preoccupiamoci di tagli di prima scelta o super costosi. Scarti di diverse carni come manzo e pollo, daranno ugualmente il giusto sapore e non dimentichiamoci delle ossa! Saranno quelle a conferire un sapore prelibato e genuino. La carne va inserita in pentola quando l’acqua è ancora fredda, cosicché la carne possa sprigionare lentamente i suoi nutrienti. Le verdure invece vanno inserite quando l’acqua inizia a bollire così da non perderne le proprietà.

Tostare prima le verdure: Mentre aspettiamo che la nostra acqua arrivi a bollore, in una padella dai bordi alti, tostiamo le nostre verdure. Quelle classiche per ogni brodo sono cipolla, sedano e carota, ma possiamo di volta in volta provare ad aggiungere sapori nuovi e inaspettati, come ad esempio un pomodoro tagliato a metà o mezzo peperone. Tostiamo le verdure senza aggiungere alcun tipo di grasso, tagliamole grossolanamente e poi spegniamo il fuoco. Arrivata l’acqua ad ebollizione, inseriamole in pentola, sentirete che profumino!

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Gelato fatto in casa: il “segreto” per farlo veloce e senza gelatiera

brodo di verdure
Foto di Couleur da Pixabay

Usare le spezie: Per chi ama i sapori semplici, un po’ di carne e qualche verdura andrà ugualmente bene, ma un brodo che si rispetti e che possa aggiungere un gusto in più ai nostri piatti, necessita di profumi e odori. Aggiungete al vostro brodo alloro, foglie di valeriana, pepe nero in grani, aglio e fette di limone per una marcia in più sorprendente.

Levare la schiuma: Ai tempi delle nostre nonne venivano utilizzati tagli di carne particolarmente grasse e poco nobili ed in cottura, tutte le impurità venivano a galla formando la schiuma. I nostri tagli odierni ormai, sono comunque di carni scelte e selezionate, ma se vogliamo essere più precisi e tranquilli, eliminiamo la schiumetta in superficie, basterà un mestolo o una schiumarola.

Filtrare il brodo: La cottura minima per un brodo perfetto si aggira tra le 3 e le 4 ore. Abbassiamo il fuoco al minimo, la fiamma deve essere dolcissima. Passato il giusto tempo, lasciamolo riposare con il coperchio e poi filtriamolo con un colino a maglie strette ed utilizziamolo subito se ci serve, oppure eccovi un altro trucchetto: prendete i contenitori appositi per creare cubetti di ghiaccio, inserite il vostro brodo e all’occorrenza, per un risotto o un sugo, unitelo alle preparazioni. Darà quella marcia in più ai vostri piatti preferiti!