Bruno Barbieri ha un segreto inconfessabile: saperlo ti cambierà la vita!

Lo chef ha svelato un altro segreto davvero ghiotto, impossibile rinunciarvi per realizzare il piatto della tradizione bolognese.

Bruno Barbieri ricetta ragù bolognese
Bruno Barbieri (Foto Instagram)

Il volto noto di “Masterchef Italia” e “Hotel da incubo” si è sempre mostrato al suo pubblico con un carattere burbero e poco socievole che però non gli ha impedito di conquistare negli anni ben 7 stelle Michelin ben spartite tra i suoi ristoranti:

Locanda Solarola con 2 stelle, Trigabolo 2 stelle Michelin, Grotta di Brisighella con 1 stella Michelin e per finire Arquade con 2 stelle Michelin.

Bruno Barbieri è anche autore di 13 libri di cucina dove racconta l’influenza tradizionale verso la cucina bolognese fatta di pasta fresca all’uovo e sapori e odori tipici della sua terra e che anche la nonna gli ha tramandato.

Il suo cavallo di battaglia? Il sugo alla bolognese, ma c’è un segreto dietro la sua preparazione. Scopriamo come lo prepara lo chef.

Bruno Barbieri fa il sugo alla bolognese così: il segreto inconfessabile

Negli anni sono state sviluppate diverse varianti del ragù alla bolognese ma ne esiste solo una che rispetta la tradizione in modo preciso. Ecco quella dello chef.

Bruno Barbieri trasformazione 10 stagioni Masterchef
Bruno Barbieri (Foto Instagram)

Questa è la mia ricetta personale. Io utilizzo 300 g di polpa di manzo. Si possono usare cartella, pancia, fesone di spalla o fusello, l’importante è che sia macinata grossa. Poi 150 g di pancetta di maiale, 50 g di carota gialla, 50 g di costa di sedano, 50 g di cipolla. Servono poi 50 g di doppio concentrato di pomodoro, ½ bicchiere di vino bianco secco, poco brodo, olio d’oliva o burro, sale, pepe”.

Infine un mazzetto aromatico: io lo preparo con salvia, rosmarino, timo e alloro”, spiega Barbieri in modo preciso.

Per la sua preparazione racconta che “si scioglie in un tegame la pancetta tagliata prima a dadini e poi tritata fine. Poi si uniscono 3 cucchiai d’olio o 50 g di burro e gli odori tritati fini e si fanno appassire dolcemente. Poi si unisce la carne macinata e si mescola bene con un mestolo facendola rosolare finché non sfrigola”.

Potrebbe interessarti anche –> Bruno Barbieri, com’è cambiato nelle 10 edizioni di Masterchef: la trasformazione

Il passaggio successivo è salare e pepare la carne, aggiungere il vino e mescolare delicatamente fino a quando non sarà completamente evaporato. Unire il doppio concentrato di pomodoro e far sobbollire lentamente per circa 2 ore aggiungendo, quando occorre, del brodo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Barbieri Chef (@brunobarbieri_chef)

Potrebbe interessarti anche –> Benedetta Rossi, il lavoro prima di diventare famosa: cosa faceva

Salare e pepare alla fine, ma il vero tocco del maestro è il latte: “Solo verso la fine unire mezzo bicchiere di latte per smorzare l’acidità del pomodoro”. Chi l’avrebbe mai detto?