Burro, i migliori del supermercato. Quali scegliere e perché

Vi siete mai domandati qual è il miglior burro sul mercato? Scopriamolo insieme, ce ne sono tanti e molto gustosi

Burro
Burro-(pixabay)

Il burro è un alimento fondamentale in cucina, specialmente in Italia. Ma sapevate che non tutti i burri sono uguali? Ci sono tante differenze e bisogna imparare a riconoscere i burri più buoni. Cerchiamo di capire allora quali sono i migliori sul mercato.

In Italia è stata stilata una classifica nel 2018 che indica i 10 burri migliori del paese.

Spesso il burro è il risultato di una lavorazione del Grana Padano e Parmigiano Reggiano, in Italia come in Francia.

Esistono ben 5 errori che si possono commettere quando si va a scegliere il burro al supermercato. Essendo il burro ricavato del latte fresco con circa l’80% di materia grassa, esistono due modi di produrlo. Nella modalità centrifuga o con l’affioramento. Il burro di siero di latte non è da considerare.

La lavorazione a centrifuga produce una materia più pura perché avviene ad una velocità di 7000 giri circa. Il metodo di affioramento può invece portare a galla impurità e batteri.

I 10 burri migliori d’Italia

Vediamo a questo punto la classifica dei burri migliori in Italia. Cerchiamo intanto di capire quali sono i criteri di scelta. Bisogna guardare l’etichetta per capire se il burro è ricavato da panna di latte fresco, di centrifuga o affioramento. Se il prodotto è stato creato nel rispetto degli animali.

Burro
Burro-pixabay

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Burger con pane di carote, ricetta spagnola facile e veloce! Vi sorprenderà

Partiamo dall’ultimo burro della classifica. Si tratta del burro fornito dal Caseificio del Primiero-Botiro di Primiero di malga. Il motivo per cui si trova all’ultimo posto è la sua reperibilità.

Non è infatti facile da trovare dal momento che viene prodotto solamente quando le vacche sono in alpeggio, quindi da giugno a settembre. Il burro è prodotto in Trento e la lavorazione avviene presso la Malga Fossernica a 1804 metri di altitudine. Si può acquistare online, il suo colore varia tra il giallo e il dorato.

Alla nona posizione abbiamo il Burro a latte crudo dell’alto Elvo. Viene prodotto a Biella lungo il fiume Elvo. Il burro viene lavorato con la panna dopo la mungitura direttamente in alpeggio. La produzione è limitata all’estate e non super i 15 chili. Il colore è giallo paglierino.

All’ottava posizione troviamo il Burro Caseificio- La Genzianella. Una piccola latteria a 1260 metri di altitudine. Il burro è prodotto con latte biologico da affioramento. Molto aromatico e gustoso. Prodotto a Belluno.

Abbiamo poi il Burro Cascina Roseleto, viene prodotto con la tecnica dell’affioramento. Quindi è ricavato dalla panna fatta affiorare, centrifugata e acidificata. Viene poi impastato a mano. Ha un sapore pieno ed è di colore giallo acceso. Arriva dal Piemonte.

Incontriamo poi il Burro El Brite de Larieto. Prodotto in Veneto da vacche con doppia mungitura. Il latte viene poi scremato a mano dal casaro e dopo due ore nella zangola diventa burro.

Il Burro Brussino è al quinto posto. Il latte non è italiano ma gli allevatori rispettano il benessere dell’animale. Il burro è ricavato dalla panna centrifugata.

Al quarto posto c’è il Burro del Pozzo- I segreti di Carla. Ricavato dalla panna fermentata che da un sapore molto buono ed è facilmente digeribile. Ha un colore giallo paglierino. Si trova in Piemonte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>“È sempre mezzogiorno”, lasagna al radicchio con ragù bianco

Preparazione burro
Preparazione burro-getty images

Arriviamo al terzo posto con il Burro Latteria di Livigno, è ricavato dalla panna centrifugata ed è fondente la struttura. Il gusto è aromatico. Arriva dalla Lombardia.

Eccoci al secondo posto con Fiandino- Burro 1889. Prodotto partendo dalla panna fresca fatta centrifugare e sottoposta a processo di cristallizzazione, dove i fermenti nobili riposato per 72 ore. È morbido e c’è anche nella versione salata. Viene prodotto in Piemonte.

L’atteso primo posto è assegnato al Burro Occelli, il re del burro italiano. Ricavato da panna di latte italiano centrifugata. Ha un colore bianco con sfumature di paglierino. È cremoso ma non mollo. Viene prodotto in Piemonte.