Caffè al Bicerin, la ricetta dell’antica specialità piemontese datata 1763

Si tratta di un vero e proprio simbolo di Torino, tanto che dal 2001 è stato riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale per la sua immensa bontà e la storia che porta alle spalle.

Caffè al Bicerin ricetta dessert piemontese
Caffè al Bicerin (Foto di V AdobeStock)

Attenzione a non confondere questa preparazione con l’omonimo liquore torinese a base di crema di gianduia. Il Bicerin è una storica bevanda calda (quasi un dessert) tipica di Torino a base di caffè, cioccolato e crema di latte dolcificata con sciroppo.

Tra i primi testi che raccontano la storia del Bicerin c’è il testo di Alberto Viriglio, “Torino e i Torinesi”, la cui prima edizione risale al 1898.

Anche se la sua creazione di fa risalire al 1763 quando il titolare Giuseppe Dentis dell’omonima caffetteria situata in piazza della Consolata mise sul tavolo dei suoi clienti questa bevanda.

Caffè al Bicerin, solo 3 ingredienti per un risultato super

A Torino si tratta di un’istituzione tanto che nel 2001 è stato riconosciuto come PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale) che ne descrive la storia secolare e l’importanza che ha per la città.

Caffe con la schiuma perfetta trucchetto infallibile
Caffè del bar (Foto di Mariusz Blach AdobeStock)

Il nome deriva dai calici di vetro trasparente (senza manico) in cui era servita. Non a caso infatti “bicerin” in dialetto piemontese significa “bicchierino”.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 4 tazzine di espresso
  • 30 ml di latte
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 50 ml panna fresca
  • Zucchero semolato qb.

PREPARAZIONE (circa 15 min)

Il segreto è procurarsi della cioccolata fondente con un basso punto di acidità. Aggiungere la cioccolata preparata in modo sapiente facendola sciogliere in un pentolino con zucchero e latte. Preparare un buon caffè con la moka e versarlo nel bicchiere dove resterà sospesa sopra la cioccolata.

Per la panna, montarla a neve fermissima con lo zucchero e versare l’ultimo strato per formare la torre a tre strati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> La miglior colazione “francese” a Milano è sua: nessuno gli può resistere

cioccolata calda fit ricetta
Cioccolata fondente (Foto Pinterest di checuoca.com)

Mescolare quindi o no? La tradizione come racconta il libro “Torino ai Torinesi” dice che:

Il segreto per assaporare al meglio il vero Bicerin è non mescolarlo, lasciando che le sue varie componenti si fondano tra di loro direttamente sul palato, con le loro differenti densità, temperature e sapori”.