Caffè di cicoria, ricetta base e proprietà nutrizionali

È una delle bevande alternative al caffè, vediamo come si prepara il caffè di cicoria e le proprietà che può apportare al nostro corpo.

caffè di cicoria

Caffè di cicoria (foto Instagram di artoxana)Il caffè di cicoria si ricava dalla radice della Chicorium intybus molto conosciuta e diffusa in Italia. Fin dall’antichità la radice è raccolta per le sue proprietà curative e alimentari.

Tra i benefici della cicoria e quindi del caffè che se ne trae ci sono la capacità di stimolare la digestione e regolare la funzionalità intestinale. Le sostanze presenti poi nel caffè di cicoria aiutano alla produzione di bile che permette di digerire meglio, soprattutto i grassi.

È una pianta amica del fegato sollecitando la funzionalità epatica e depurando il sangue. La radice è ricca di polifenoli che sono antiossidanti che contrastano i radicali liberi con effetto antinvecchiamento e hanno un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare.

Caffè di cicoria, la ricetta per prepararlo

Ci sono diversi modi per preparare il caffè di cicoria, vediamo quindi quelli che sono più semplici. E il sapore? il caffè di cicoria è amarognolo.

caffè di cicoria
Caffè di cicoria solubile (foto Instagram di alchimia_naturopata)

Il primo metodo è sicuramente il più semplice ed è quello che prevede l’utilizzo della versione solubile della cicoria. In commercio ormai si trovano diverse marche e in maniera molto semplice basta versare in tazzina 2-3 cucchiaini di cicoria solubile (a seconda dell’intensità di sapore desiderata) e farla sciogliere in acqua bollente. Mescolate bene per almeno 30 secondi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tazzina o mug? Cambiano i gusti degli italiani in fatto di caffè

Ma sapevate che si può preparare il caffè di cicoria anche con la cicoria macinata per moka?

Qui si possono a sua volta applicare due metodi; il primo con una french press. Lasciate in infusione 2-3 cucchiaini di cicoria tostata per almeno 4-5 minuti, quindi spingete lo stantuffo verso il basso. Con questo ultimo passaggio il caffè sarà filtrato.

Il colore sarà più intenso di quello solubile.

caffè di cicoria
Radice di cicoria tostata (foto Instagram di cuoregreen_shop)

Infine, il secondo metodo con il quale sarà possibile preparare una quantità maggiore di caffè da conservare il frigo e consumare all’occorrenza. Portate, quindi, a bollore un litro di acqua e versate un cucchiaio abbondante di cicoria tostata e lasciate bollire per qualche minuto.

POTREBBE INTERESSARTI -> Emicrania: prova caffè e limone. Rimedio efficace della nonna

Spegnete e lasciate riposare per 5 minuti. Nel frattempo preparate un bottiglia un imbuto, un colino a maglie strette e un filtro da caffè (anche della carta da cucina non stampata va bene). Mettete il filtro nel colino che a sua volta andrà posizionato sull’imbuto e iniziate a versare il caffè di cicoria.

Fate raffreddare e riponete in frigo dove può essere conservato fino a due giorni.