Ti piace il caffè freddo? Fai attenzione, potrebbe risentirne il tuo stomaco

La pausa caffè è sacrosanta per molti italiani che vogliono rigorosamente il caffè bollente accompagnato dal bicchiere d’acqua. Cosa succede però se lo alterniamo a quello ghiacciato? Questo può causare seri problemi al nostro stomaco. 

Caffè freddo mal di stomaco effetti
Caffè freddo (Foto di StockSnap da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il caffè deve essere una pausa goduriosa a fine pasto oppure la mattina a colazione per partire alla grande e avere tutta la vitalità necessaria di cui abbiamo bisogno.

Le usanze legate al caffè sono infinite, nel Sud Italia ad esempio è rigorosamente accompagnato dal bicchiere di acqua minerale per pulire il palato, a Roma è servito con la tazza fredda, in altre zone del Nord con la tazza bollente.

Se il rito del caffè è intramontabile, quel che cambia in base alla stagione è invece la temperatura con cui è servito. Sempre più frequenti infatti i bar in cui si può consumare la nota bevanda in modalità shakerato fredda con il ghiaccio.

Anche a casa nostra però possiamo servirlo comodamente con l’aggiunta di qualche sciroppo di melassa e cubetti di ghiaccio, combo che piace molto a tutte le età.

Peccato che spesso questa ricetta fredda porta con sè effetti nefasti per lo stomaco e l’intestino che non sono certo da sottovalutare ma a cui serve prestare seria attenzione.

Caffè freddo, crea questi sintomi nel tuo stomaco

Vi piace bere il caffè freddo? Fate molta attenzione, potreste rischiare grosso. I medici sconsigliano una pratica che invece in molti sottovalutano.

Caffè freddo mal di stomaco effetti
Mal di stomaco (Foto di Martin Büdenbender da Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il caffè freddo non ha meno o più caffeina rispetto a quello caldo, quello che cambia è solo la temperatura del liquido ingerito che viene molte volte ingurgitato dopo pranzo o cena come companatico goloso (magari anche con la panna aggiuntiva).

L’effetto indigestione è però dietro l’angolo, infatti berlo velocemente stravolge la temperatura dello stomaco proprio nel momento in cui il processo digestivo è avviato o sta per partire.

Il meccanismo di assorbimento del cibo rallenta tanto da portare anche ad una congestione (la stessa che accade quando al mare si entra in acqua subito dopo aver mangiato).

Tra i sintomi più evidenti mal di stomaco, gonfiore addominale, nausea, a volte vomito, mal di testa e mancanza di equilibrio. Cosa fare in questi casi quindi?

Cercare di coricarsi subito, meglio se con le gambe alzate, e coprire lo stomaco con una coperta. Sorseggiate qualcosa di caldo come un tè o una tisana e respirate lentamente finchè i sintomi non iniziano ad attenuarsi.

Tè verde 3 volte la settimana allunga la vita
Tè verde (Foto di Pexels da Pixabay)

Rivolgetevi alla guardia medica se non passa dopo un’ora, ma in ogni caso siate sempre prudenti: mai liquidi troppo freddi a fine pasto, soprattutto in estate!