Cancro al seno: ecco i primi sintomi per una diagnosi precoce

Cancro al seno: ecco i primi sintomi per una diagnosi precoce

Il cancro al seno è purtroppo il primo tumore che colpisce noi donne, molto spesso ignoriamo i segnali che ci indicano che qualcosa non va oppure rimandiamo visite senza renderci conto che il tempo è importante, prima che sia troppo tardi.

cancro al seno

Una diagnosi precoce infatti può ridurre i danni e aumentare le aspettative di vita.

I sintomi di questo tumore vengono spesso scambiati per altro e quando ce ne accorgiamo è ormai troppo tardi, proprio per questo oggi vogliamo elencarvi quali sono i segnali e quali sono i comportamenti da attuare per una diagnosi precoce.

  • Perdita di peso: un’improvvisa perdita di peso (soprattutto in età avanzata) è una cosa insolita e a meno che non stiate facendo delle diete particolari dovete subito fare un controllo per capire di cosa si tratta.
  • Stanchezza e spossatezza: più avanzano gli anni e più siamo stanchi e affaticati ma se questa stanchezza diventa cronica (ad esempio anche dopo aver riposato) significa che c’è qualcosa che non va.
  • Sanguinamenti: qualsiasi sanguinamento o emorragia deve essere un campanello di allarme per fare immediatamente un controllo generale.
  • Dolore al seno: è molto comune nelle fasi di una donna sentire dolore al seno, soprattutto in gravidanza, allattamento e nella sindrome premestruale. Se invece sentite un dolore continuo che non passa dovete fare un controllo per accettarsi che non ci sia altro dietro.
  • Cambiamento della pelle: la pelle del seno cambia soprattutto in gravidanza, ma nella normalità il vostro seno non deve avere cambiamenti particolari quindi rossore, gonfiore, retrazione del capezzolo devono essere dei campanelli di allarme per farsi visitare.
  • Variazioni dimensione del seno: se notate uno dei due seni ingrossato o infiammato o con una forma insolita dovete assolutamente contattare il medico.
  • Secrezioni: le perdite dai capezzoli possono essere un sintomo di qualcosa di più serio, a meno che non siate in gravidanza e in allattamento dovete chiedere consiglio ad un medico.

Ricordatevi di fare spesso ecografie al seno, anche in giovane età e per chi è più grande è importante che faccia anche la mammografia, non dovete avere timore.

La mammografia salva tante vite, è importante quindi rendersi conto che il rischio c’è per tutti e una corretta diagnosi può salvarci la vita.

Leggi anche: 

8 Cibi da Evitare per Prevenire il Tumore al Seno

Veronesi: “Ecco i Cibi che Proteggono dal Cancro”

Tumori: 10 Regole per Prevenirli con l’Alimentazione

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post