Cancro, scoperti 5 nuovi cibi “scudo”: ecco quali sono. Combattiamo la malattia a tavola

Gli esperti della Società Italiana di Andrologia consigliano di assumere antiossidanti nella dieta quotidiana. In particolar modo 5 cibi, non miracolosi, ma in grado di tenere a freno l’insorgere della malattia. 

Tumori, scoperti 5 nuovi cibi "scudo": ecco quali sono
Tumore al pancreas (Foto Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si sa che prevenire è meglio che curare. Lo sanno bene anche i medici dell’equipe della Società Italiana di Andrologia (SIA) che sono arrivati a definire una lista di 5 alimenti benefici e antiossidanti.

Questi sono da assumere nella dieta quotidiana perchè pare abbiano un effetto benefico contro l’insorgenza e la cura di uno dei tumori maschili più gravi, quello alla prostata negli uomini.

Come riporta la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), ogni anno in Italia sono circa 36mila i nuovi casi di tumore della prostata, la neoplasia più diffusa nel Paese.

Il tasso di guarigione dei pazienti con diagnosi precoce è del 90% ma il problema è che si fatica ancora a comprenderne in sintomi in fase embrionale e quindi a curare questo tumore in modo veloce fin dall’inizio.

La prevenzione è indispensabile ma la scienza ha però ormai dimostrato anche che alcuni alimenti sono in grado, grazie a determinate sostanze e proprietà di cui sono portatori, di contrastare la possibile diffusione dei tumori. O nei casi meno gravi, di aiutare il paziente nel processo di guarigione.

Si tratta di esiti che sono arrivati dopo moltissimi studi effettuati su pazienti con malattia e tanti anni di campionatura. Questo però non significa che i risultati e gli effetti siano uguali e misurabili allo stesso modo per tutti.

Entriamo nel merito e capiamo i 5 pesi massimi della tavola, proprietà e benefici effettivi.

Curare e prevenire il cancro con l’alimentazione: i 5 titani della tavola

Il cancro può essere prevenuto nel 40% dei casi. Con stili di vita salutari e mangiando in maniera sana ed equilibrata, gli esperti non hanno dubbi che le probabilità di avere un tumore si riducono notevolmente in questo modo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Tè verde 3 volte la settimana allunga la vita
Tè verde (Foto di Pexels da Pixabay)

Stando ai dati di LILT per prevenire i tumori (in particolare quello alla prostata) bisogna inserire nella dieta quotidiana questi cibi: Il tè verde, il pomodoro, gli arachidi, il melograno e l’uva:

  1. Tè verde: ricco di epigallocatechine, sostanze altamente antiossidanti che riducono il rischio di insorgenza di tumore della prostata del -60%, addirittura del -80% se assunte per 2 anni consecutivi. Il tè fa benissimo inoltre per depurare il fegato e ne garantisce il corretto funzionamento, regolare il metabolismo de grassi e dormire meglio.
  2. Uva: contiene alte percentuali di resveratrolo, molecola dall’azione antiossidante e capace di inibire la progressione cellulare della patologia tumorale.
  3. Pomodoro: questo ortaggio è una fonte naturale di licopeni, molecole dal potere antinfiammatorio e antiossidante, meglio sempre se cotti (si verifica una migliore assimilazione delle molecole). La presenza nel sangue dei licopeni riduce dal -12% al -26% la possibilità di ammalarsi.
  4. Melograno: racchiude l’acido ellagico, che stimola nei pazienti in cura chemioterapica la tossicità del trattamento a livello di tessuti, cellule e organi interni.
  5. Arachidi: assieme ai mirtilli racchiudono il pterostilbene, un potente antiossidante dalle formidabili proprietà preventive.

Ma non possiamo dimenticarci neppure l’aglio e l’olio di oliva extravergine che sono due alleati importantissimi.

Riguardo l’olio evo sembra addirittura che riduca il rischio di insorgenza di qualsiasi tipo di tumore fino al 31%! Ne ha evidenziato l’efficacia garantita un meta-analisi pubblicato a gennaio 2022.

Sono quindi ben 8 gli alimenti su cui la scienza sta puntando sempre più e verso cui i pazienti oncologici, ma soprattutto per persone sane, dovrebbero indirizzare la loro dieta quotidiana.

Che dieta seguire quindi per vivere meglio e più a lungo? Abbiamo già parlato della dieta Mind, altro non è che la dieta Mediterranea 2.0. ma è allo stesso tempo importante ribadire ancora una volta come una dieta ipocalorica e ipoglicemizzante sia la scelta vincente sempre.

Dieta Mind benefici cibi come funziona
Dieta Mind (Foto di Konstantin Yuganov AdobeStock)

Permette infatti di ridurre i livelli di glucosio nel sangue, attivando il sistema immunitario per combattere il cancro o altre malattie che interessano il sistema immunitario.