Candidosi alimenti permessi e cibi da evitare

Candidosi alimenti permessi e cibi da evitare
LA PREPARAZIONE

La candidosi, detta anche candidiasi, è un’infezione da funghi del genere candida e comprende le infezioni che vanno dal livello superficiale, come ad esempio il mughetto orale e le vaginiti, fino alle infezioni più gravi.

La maggior parte delle infezioni da Candida sono curabili e causano minime complicazioni, come arrossamento, prurito e fastidio. Si presenta come un’infezione molto localizzata della pelle o delle membrane mucose, compresa la cavità orale, la faringe o l’esofago, la cavità del tratto gastrointestinale, della vescica urinaria o dei genitali.

zucchero

Il primo provvedimento da prendere è quello di rivolgersi ad un medico, ma anche a tavola potrete aiutarvi a curare o prevenire questo fastidioso disturbo, spesso dovuto ad un calo delle difese immunitarie o a un regime alimentare troppo ricco di zucchero e carboidrati raffinati. Spesso si consiglia di assumere fermenti lattici vivi che contribuiscono a rinforzare le difese immunitarie.

Di seguito vi elenchiamo alcuni consigli utili sull’alimentazione che il vostro medico potrà confermare.

Innanzitutto bisogna cercare di eliminare o evitare il più possibile prodotti da forno industriali, lieviti chimici, carboidrati raffinati. Meglio optare per la pasta di riso o di kamut. Da evitare in modo assoluto gli zuccheri raffinati, quindi i prodotti di pasticceria, caramelle e gelati industriali; i cibi confezionati o a lunga conservazione, insaccati e affettati.

Da evitare gli alcolici, bibite zuccherate o contenenti caffeina, il latte con alto contenuto di lattosio: meglio virare sul latte di soia o d’avena. Restando in tema di latticini meglio mettere da parte i formaggi salati o stagionati e prediligere i formaggi freschi e magri.

Fare un uso moderato di carni rosse (meglio se evitate), meglio il pesce o la carne bianca ma non più di due volte a settimana. Molto utile il succo di melograno grazie alla presenza tannini e dell’acido ellagico, ottimi fungicidi in caso di Candida albicans.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post