Cappuccino perfetto a casa: come prepararlo con una bella schiuma come quella del bar

Voglia di realizzare a casa un cappuccino come quello del bar? Il segreto sta tutto nel montalatte, i trucchetti del mestiere sono essenziali.

Cappuccino fatto a casa come quello del bar ricetta
Cappuccino al bar (Foto di StockSnap da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Estate alle porte, risvegli per molti più tardi e colazioni lenti senza la fretta dell’ufficio o la scuola (soprattutto per molte mamme casalinghe).

Spesso si ha anche voglia di concedersi una merenda ghiotta come quella del bar a cominciare dal cappuccino spumoso e super ricco che il barista realizza con maestria e abilità estrema.

Come poterlo ricreare a casa nostra con la stessa schiuma bella montata e bianca? Non è difficile come in molti pensano, serve però sapere solo alcuni trucchetti del mestiere che vanno però applicati alla lettera. Iniziamo?

Il cappuccino proprio come al bar, le “proporzioni” contano

C’è differenza tra il caffellatte ed il cappuccino, infatti nel primo i due ingredienti sono miscelati insieme mentre nel secondo il latte schiumato galleggia sopra il caffè senza mescolarsi. Inoltre sono ben distinguibili la dolcezza del latte e l’acidità aromatica del caffè.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cappuccino fatto a casa come quello del bar ricetta
Cappuccino (Foto di ejaugsburg da Pixabay)

Un cappuccino perfetto va fatto in tazza grande ed è composto da 1/3 di latte, 1/3 di caffè e 1/3 di schiuma. E le dosi vi starete chiedendo? 125 ml di latte intero (o di soia), 25 ml di caffè. Zucchero, cannella o cacao a piacere.

Sconsigliamo l’uso di un latte scremato o parzialmente scremato perchè non contengono la parte grassa di panna (o burro) ricca e particolarmente indicata per la schiumatura. Anche il latte vegetale di soia va bene assieme a quello intero perchè possiede la lecitina di soia, un emulsionante molto usato in cucina.

Cercate sempre di usare latte freddo da frigo e non a temperatura ambiente altrimenti non si realizzerà correttamente l’operazione. Con il solo uso di un buon montalatte si potrà realizzare poi facilmente un’ottima schiuma soffice e spumosa che durerà per almeno un paio di minuti senza alterarsi minimamente.

Il pentolino del capuccinatore ovviamente dovrà essere freddo, si può usare però anche un montalatte manuale con la frusta elettrica e la regola è sempre la stessa.

Una volta creata la schiuma versarla sul caffè caldo inclinando il pentolino e dando dei colpetti secchi alla base del contenitore per non far smontare il tutto.

Cappuccino fatto a casa come quello del bar ricetta
Barista (Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay)

La schiuma in eccesso realizzata va conservata in frigo e non usata più per fare altra schiuma il giorno dopo. Il latte che si formerà nel contenitore dopo qualche mezzora andrà consumato nel giro di 1-2 giorni.