Carbonara, ragù e cotoletta: il ministero della Sanità riscrive la ricetta

Carbonara, ragù e cotoletta: il ministero della Sanità riscrive la ricetta

di Ivana Tramontano

Carbonara, ragù, cotoletta. Il ministero della Salute, insieme alla Federazione italiana cuochi, punta a ‘riscrivere’ le modalità di preparazione dei piatti tricolori.

A margine della conferenza stampa per la presentazione del ‘Roadshow per la formazione dei ristoratori per una sana e corretta alimentazione’, la ministra della Salute, Giulia Grillo, ha anticipato gli obiettivi di questo progetto. “Oggi – riporta AdnKronos – sono noti tutti gli aspetti nutrizionali che ci consentono di riuscire ad avere buone, ricette uguali a quelle che mangiavamo in passato, rese più sane con piccoli accorgimenti. Per esempio: anziché usare la frittura si può usare il forno, anziché usare il burro l’olio extravergine di oliva. Poi, ovviamente, è anche un problema di quantità e frequenza con cui si usano certi alimenti. Le fritture andrebbero evitate, per esempio”.

Si punta ad ottenere piatti riformulati più corretti dieteticamente, magari abbassando il tenore di grassi saturi, abbassando il tenore di sale e aumentando il tenore di fibre. Con questa iniziativa, anche i cuochi, in futuro, potrebbero suggerire, agli utenti dei ristoranti, ricette più alleggerite e suggerire menu dieteticamente corretti. In questo modo si fa educazione alimentare diretta e, quindi, prevenzione.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post