Caro bollette, lo chef oristanese malato di Sla lancia un appello: “Aiutatemi”

La sue cure sono a rischio, per pagare i trattamenti ha dovuto incidere un disco. Il più giovane malato di Sla in Italia teme per la sua vita. L’intervista al Corriere della Sera. 

Paolo Palumbo chiede aiuto contro caro bollette intervista Corriere
Paolo Palumbo (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Lo conosciamo bene tutti dopo la sua ultima apparizione sul palco di “Sanremo” eppure il giovane 25enne oristanese ha scelto le telecamere del tg di Canale 5 e le pagine del Corriere della Sera per lanciare il suo appello disperato.

Paolo Palumbo, il più giovane malato Sla d’Italia, come tutti gli italiani, deve far fronte al caro bolletta che mai come oggi ha toccato picchi estremi per molti difficili da scalare e sostenere.

Gli aumenti del costo dell’energia, per lui, costretto a vivere attaccato ai macchinari, rischiano di comprometterne le cure che deve seguire quotidianamente per poter sopravvivere. Palumbo ha chiesto di essere aiutato da tutti, cosa che sta portando avanti anche sui social dove i post con richiesta di sostegno sono quasi quotidiani.

È una follia soprattutto per chi vive con la pensione di invalidità come me”, precisa il giovane. A mostrare i conti dalle pagine del Corriere è il padre Marco Palumbo: 800 euro, più i 500 euro di accompagnamento.

Troppo pochi per far fronte a bollette che arrivano a sfiorare quasi i 2.500 euro. Paolo Palumbo però dell’energia non può rinunciare perchè gli serve ad alimentare il respiratore, l’aspiratore, il computer e la pompa per l’alimentazione. Se anche un solo di questi apparecchi venisse spento per lui sarebbe la fine.

Paolo Palumbo, il caro bolletta colpisce anche lui. L’idea geniale

Paolo Palumbo il 16 agosto ha compiuto 25 anni di cui 6 sono stati insieme alla Sla. Per festeggiarlo, i genitori gli hanno regalato una torta gigantesca e una festa con tutti i parenti e gli amici che lui ha pubblicato subito nel suo profilo Instagram seguito da 102mila follower.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paolo Palumbo (@paolopalumbofinalmenteabili) 

Nella didascalia che accompagna la foto si legge un messaggio molto toccante:

Voglio gli auguri di tutti tutti tutti voi. Non avete idea del sacrificio e dei dolori che mi distruggono, ma oggi stringo i denti e tengo duro. Se volete farmi un regalo scrivete un messaggio su WhatsApp o un sms al 350.0539511. Ve ne sarò grato eternamente. Vi voglio bene. Un bacione a tutti. VIVA LA VITA!.

Poi anche l’idea geniale. Per il suo 25esimo compleanno ha inciso una canzone con cui intende finanziarsi da solo. Si intitola ‘Ci Sono’, ed è nata dalla collaborazione con lo strumentista campano Antonio Conte.

Il brano verrà spedito a chiunque lo voglia ascoltare, con un versamento di 23,79 euro. Basta mandare un messaggio al numero rilasciato dal ragazzo e si avranno tutte le info per aderire e acquistare il brano inedito.

Non è la prima volta che il giovane chef oristanese incide un brano. Molti ricorderanno che nel 2020 era salito sul palco del “Festival di Sanremo per presentare ‘Io sono Paolo’. Assieme a lui si erano esibiti anche il musicista Cabras Andrea Cutri e il rapper Cristian Pintus, in arte Kumalibre.

Sempre al Corriere infine spiega: “Lotto per vivere”. “Per continuare a vivere devo restare attaccato h24 ai macchinari. Io non voglio arrendermi, non voglio morire, anzi, combatto, ma ogni giorno è più difficile tra le bollette che sono sempre più care e proibitive, farmaci e presidi fondamentali per la mia vita, è sempre più difficile”.

Speriamo che il suo appello accorato venga ascoltato e che le istituzioni facciano qualcosa per venire incontro alla sua situazione non delle migliori. Auguri Paolo, da tutta la redazione di CheCucino!