Caro spesa anche a giugno: ecco gli alimenti che hanno subito l’aumento

Aumenti a doppia cifra rispetto allo scorso anno, giugno nero per i consumatori attanagliati dai prezzi folli si molti beni al supermercato. Vediamo quelli che sono lievitati in queste settimane.

Supermercato cosa ti fa spendere tanto
Supermercato (Foto da AdobeStock di Nomad_Soul)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Ormai la guerra in Ucraina sta stremando tutti a livello mondiale. Non solo molti sono esasperati da un conflitto inutile e devastante dal punto di vista umanitario ma anche dell’economia che è sotto scacco sotto molteplici angolazioni.

Tra gli effetti collaterali indotti dalla guerra, il principale è quello dell’aumento dei prezzi generalizzati di moltissimi beni di prima necessità che sono lievitati drasticamente rispetto solo un anno fa (in cui non ce la si passava comunque bene per via del Covid).

Non solo il grano bloccato al porto di Odessa sta facendo tremare gli agricoltori di tutto il mondo, ma sono stati presi di mira anche i prezzi di moltissimi altri prodotti molto consumati che per colpa del prolungarsi del conflitto, della stagflazione e dei prezzi alle stelle di energia e trasporti ora stanno facendo tremare anche l’Italia.

L’ultimo rapporto Istat associato ai dati di Altroconsumo, ha analizzato gli scaffali di Supermercati, Ipermercati e Discount per confrontare il prezzo medio di 10 alimenti base che non mancano mai nei carrello, per capire, solo rispetto ad un anno fa, di quanto è stato l’aumento.

Quello che è emerso è sconvolgente.

Supermercati, aumenti fino all’85% rispetto all’anno scorso. Ecco i beni a rischio

Neppure durante il Covid con il blocco delle materie prime e della produzione si erano registrati picchi del genere, l’economia mondiale è davvero a rischio.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Educazione alimentare bambini spreco alimentare
Famiglia al supermercato (Foto di press 👍 and ⭐ da Pixabay)

Sono i prodotti che gli italiani acquistano di più durante il mese e che non mancano mai nel carrello della spesa. Vediamo i rincari complessivi degli ultimi 12 mese:

  • Olio di semi di girasole +85%
  • Farina 00 + 24%
  • Pasta di semola +21%
  • Olio extravergine d’oliva +13%
  • Latte animale +7%
  • Passata di pomodoro +5,3%
  • Zucchero +9%
  • Caffè in polvere +11%
  • Zucchine +32%
  • Banane +10%.

Ci sono prodotti come il caffè in polvere e il latte a lunga conservazione che hanno subito i rincari sono coda finale di queste ultime settimane di guerra. Il primo rispetto a marzo 2022 è salito del +9% mentre il latte del +4%.

Quindi, in parole povere, la farina da 1 kg in un anno è passata da 0,67 euro a 0,83 euro, l’olio di semi di girasole da 1,51 euro a 2,79 euro, lo zucchero da 0,81 euro a 0,88 euro, e così via.

Cifre davvero incredibile che stanno facendo tremare i consumatori e mettono davvero a rischio la sostenibilità familiare di milioni di persone in tutto il Paese.

Altroconsumo però ci tiene a precisare che i prezzi cambiano molto in base allo store scelto per fare la spesa. Nell’ultima analisi di mercato si legge infatti che:

Acquistando al discount ad esempio si spende per tutti i prodotti della nostra spesa 1,20 euro in meno (ovvero si risparmia il 6%); scegliendo prodotti in promozione il risparmio è ancora più alto: 1,52 euro (l’8% in meno); infine acquistando solo prodotti con la marca del distributore si spendono 2,76 euro in meno (si risparmia addirittura il 16% su tutta la spesa).

Spesa al supermercato trucchi per risparmiare
Spesa al supermercato (Foto di stokkete AdobeStock)

Il consiglio è quindi di stilare sempre una lista accurata dei beni da comprare e cercare le offerte più convenienti confrontando o prezzi si più tipologie di supermercati, una dritta che può pesare molto sulle tasche degli italiani a fine mese.