Cena in ristorante etnico e finisce in ospedale: sequestrato 1 quintale di cibo

Al titolare sono state contestate una serie di sanzioni per un importo totale di 4.500 euro ed è stata disposta la sospensione immediata di tutte le attività di ristorazione. Ecco dove.

Cena in ristorante etnico e finisce in ospedale: sequestrato 1 quintale di cibo
Ristorante etnico Monopoli (Foto @Pugliareporter.com)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Ennesimo controllo finito male per i militari e funzionari dello Stato impegnati da sempre nel rispetto delle regole igienico sanitarie nell’ambito del settore agroalimentare e farmaceutico.

La notizia è stata riportata per prima ieri dalla Gazzetta del Mezzogiorno che ha dato comunicazione che gli Ispettori Pesca del VI CCAP della Guardia Costiera congiuntamente ai tecnici della prevenzione del SIAN e SIAV della ASL Bari Sud sono intervenuti in un ristorante etnico di Monopoli per una perquisizione d’urgenza.

Il controllo è avvenuto a seguito di un intervento del pronto soccorso, di un cliente che la sera prima aveva cenato nel locale ed era finito in ospedale a seguito di malori specifici subito dopo la cena.

L’azione congiunta ha permesso ai militari di accertare una serie di violazioni da parte dei gestori dell’attività commerciale. Nello specifico sono state contestata innegabili scarse condizioni igienico sanitarie nel locale cucina e nei locali usati dal personale.

Quest’ultimo, inoltre, si è compreso subito che non era adeguatamente formato per seguire e controllare il rispetto delle attuali normative haccp.

Ristorante etnico di Monopoli, chiusura e sanzione della Guardia Costiera

Oltre all’assenza da parte dei titolari e dei dipendenti di qualsiasi procedura prevista dal sistema haccp, mancavano nei prodotti presenti in cucina indicazioni relative la tracciabilità dei preparati. Inoltre era stato usato un garage impropriamente adibito a deposito.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Allerta due cantine famosissime provvedimento NAS
Carabinieri del NAS (Foto da AdobeStock)

Dall’ispezione congiunta si è giunti al sequestro amministrativo di oltre 1 quintale di prodotti alimentari, soprattutto pesce, sia congelato e presente in confezioni artigianali prive di qualunque indicazione che ne permettesse la tracciabilità.

A seguito di tali violazioni ai titolari dell’attività sono state somministrate diverse sanzioni amministrative per un importo totale pari a €4.500.

Vista però anche la gravità della situazione, è stata immediatamente disposta la sospensione di tutte le attività di ristorazione.

La Giardia Costiera si è resa disponibile a proseguire il suo lavoro in stretta collaborazione con gli altri Organi di controllo, per svolgere controlli a campione a tutela della salute dei consumatori finali.

Cena in ristorante etnico e finisce in ospedale: sequestrato 1 quintale di cibo
Cibo scaduto (Foto @lagazzettadelmezzogiorno.it)

Stando a quanto riportato dalla cronaca locale, l’uomo finito in pronto soccorso non rischierebbe la vita. Per lui solo un trattamento medico antibiotico per riprendersi dall’incidente avvenuto a cena.

I militari consigliano sempre di denunciare situazioni illegali o sospette per evitare di incorrere in situazioni dello stesso tipo oppure evitare ad altri consumatori ignari di potervisi trovare.