Chiara Maci ha una nuova dipendenza dichiarata: “Non ne posso più fare a meno”. Confessione che spiazza

La food blogger ha incuriosito i fan ieri con una posto Instagram in cui ammette di avere una sana dipendenza, nuova rispetto al suo abituale, ma che ha di conseguenza incuriosito tutti a casa. 

Chiara Maci ha una dipendenza culinaria
Chiara Maci (Foto Instagram)

Siamo abituati spesso a vedere ricette realizzate dalla mamma food blogger e conduttrice tv volto noto di “L’Italia a Morsi”.

Lei è attivissima sui social dove ha una forte propensione a condividere con la sua community non solo grandi ricette della tradizione realizzare per il suo blog, ma anche esperimenti culinari che inventa al momento per i suoi bambini oppure come svuota frigo dalva cena.

È il caso di quest’ultimo successone per cui molte appassionate di cucina le stanno già chiedendo la ricetta. L’ho preparato in pochissimo tempo e temo diventerà la mia nuova dipendenza. Rotolo di brisée con le verdurine saltate e la provola dolce 😍”.

Chiara Maci non ha svelato la ricetta passo passo, per quello siamo intervenuti noi di CheCucino per rispondere alla insistenti richiesti della blogger. Ricordiamo che il successo della pasta brisée è sicuramente dovuto alla sua semplice realizzazione e alla sua versatilità in cucina visto che si presta a preparazioni sia dolci che salate.

La base al burro e la lievitazione leggere multi strato donano infatti una nota di croccantezza ad ogni ricetta che la vede protagonista. Vediamo quindi da dove partire.

Ingredienti e preparazione del rotolo di pasta brisée con verdurine saltate

Per praticità si potrebbe acquistare direttamente la pasta brisée al supermercato ma noi invece preferiamo seguire il suggerimento di Chiara e svelarvi passo passo la sua ricetta personale ma rivisitata a modo nostro. Anche nella preparazione della pasta fatta a mano.

Rotolo di brisée e verdurine saltate ricetta veloce
Rotolo di brisée e verdurine saltate (Foto di @eldaily.com)

INGREDIENTI

Per la pasta brisée:

  • 250 g farina 0
  • 125 g burro
  • Acqua fredda qb.
  • Sale qb.

Per il ripieno:

  • 1 cipolla bianca
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 100 g pisellini surgelati (vanno bene anche quelli in scatola)
  • 1/2 peperone rosso
  • Peperoncino secco qb.
  • Menta fresca qb.
  • Basilico fresco qb.
  • Olio evo qb.
  • Sale e pepe qb.
  • Curry a piacere qb.
  • Bevanda vegetale di soia per spennellare qb.

PREPARAZIONE (circa 60 min)

Il primo passo da fare è preparare la pasta brisée: sulla spianatoia (o all’interno di una terrina capiente) versare la farina a fontana con al centro il burro a pezzetti molti morbidi, il sale e l’acqua che andrà unita poco alla volta man mano che si mescola l’impasto.

Dopo circa 10 minuti di lavorazione a mano, risulterà un panetto bello liscio e molto elastico. Riporlo all’interno di una boule coperto da un canovaccio pulito e lasciar riposare per 30 minuti in frigo.

Nel frattempo occuparsi delle verdure. Pulirle e tagliarle tutte a pezzetti molto sottili eliminando eventuali torsoli interno o gambi duri difficili da cuocere.

Versare tutto all’interno di una wok capiente con dell’olio evo, sale, pepe e uno spicchio di aglio che poi andrà tolto a fine cottura. Cuocere per circa 10-12 minuti a fuoco vivo senza coperchio (le verdure non si devono disfare!).

Trascorso la mezzora in frigo per la pasta, preparare un foglio rettangolare di carta forno nella spianatoia e stendere il panetto dandogli una forma rettangolare lunga all’incirca 40 cm con uno spessore di circa 0,8 mm.

Al centro dell’impasto versare la verdura leggermente tiepida evitando i bordi, quindi aiutandosi con la carta forno posta al di sotto iniziare a formare un rotolo bello compatto cercando di stringere molto bene lungo i bordi per evitare la fuoriuscita del ripieno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Maci (@chiarainpentola) 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pizza alle verdure: ricetta senza impasto, leggera e ancor più digeribile

Spostare il foglio di carta forno direttamente nella lastra del forno e spennellare tutto il rotolo con della bevanda vegetale di soia che aiuterà non solo a sigillare molto tutta la pasta ma la farà risultare più croccante e ambrata una volta sfornata.

Cuocere a forno ventilato per 25 minuti a 170° C. Servire con un buon calice di vino. A tal proposito sapete qual è il miglior vino bianco d’Italia? Sveliamo il mistero, leggete il nostro articolo completo.