Chiara Maci sforna la sua creazione migliore: torta di mele con uvetta e farina di nocciole

Quando si pensa al profumo di casa spesso si pensa alla torta di mele, come mai? Ce lo spiega proprio la food blogger nel suo ultimo post Ig che svela come ha organizzato il pranzo di ieri. 

Chiara Maci ricetta cannelloni carciofi robiola limone
Chiara Maci (Foto Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Ieri la cuoca e conduttrice tv de “L’Italia a Morsi al Ristorante” ci ha portato dentro la sua casa e ci ha illustrato il menù che ha preparato per lei ed i figli Bianca e Andrea.

Partita dai cannoli con robiola(il suo formaggio preferito da sempre) e carciofi (in perfetto stile anni Ottanta), Chiara ha poi sfornato un purè di patate dolci, una sublime crema inglese ed una Torta di mele, farina di nocciole, zucchero muscovado, uvetta. Ed è subito profumo di casa“, recita l’ultimo post social della food blogger su Instagram. 

Con questo messaggio la giovane influencer ci ha svelato che profumo di casa è spesso associato a quello della torta di mele (anche ad agosto!), magari quella della nonna ma pur sempre a base del frutto invernale per eccellenza che ben si sposa con questo tipo di preparazioni.

Se anche voi siete curiosi di conoscere la versione casalinga della torta di Chiara allora non vi resta altro che proseguire.

Esistono centinai di versione di questo dolce, ma il suo è diverso per la scelta dello zucchero e della farina di nocciole che qui prende il posto della più comune farina 00 per dolci.

Ingredienti e preparazione della torta di mele di Chiara Maci

Chiara usa lo zucchero muscovado (noto anche come moscobado, Khandsari o Khand) è un tipo di zucchero parzialmente o totalmente raffinato dotato di un caratteristico sapore di melassa.

Spesso viene considerato come uno zucchero integrale semi raffinato. Non è molto usato in Italia è invece ottimo nella preparazioni di dolci per via del suo sentore di rhum e frutta candita.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

mousse mele speziata granola ricetta senza glutine
Mele tagliate a metà (Foto di Pezibear da Pixabay)

INGREDIENTI

  • 300 g di farina di nocciole
  • 3 mele Gala (o Renette)
  • 180 g di zucchero muscovado + 2/3 cucchiai per gratinatura
  • 3 uova intere
  • 70 g di burro
  • 100 ml di latte
  • 16 g di lievito per dolci (1 bustina)
  • 80 g uvetta sultanina
  • 100 ml rhum
  • Scorza 1 limone bio
  • Un pizzico di sale
  • Zucchero a velo qb.

PREPARAZIONE (circa 50 min)

Mettere l’uvetta in ammollo nel rhum per circa 30 minuti. Nel frattempo preparare l’impasto. In una tortiera unire i tuorli con lo zucchero, amalgamare bene con le fruste elettriche e una volta che si è creato un composto bello liscio e di un colore giallo acceso, incorporare anche il burro sciolto e mescolare bene.

Aggiungere anche la farina setacciata, il lievito, la presa di sale e la scorza del limone biologico ben lavato (evitare la parte bianca interna). Come ultimi step aggiungere anche il latte poco alla volta e gli albumi montati a neve fermissima.

Si creerà un impasto senza grumi non troppo corposo (non abbiate paura se risulta poco nella boule, gonfierà in fase di cottura). Trascorsi i 30 minuti di ammollo dell’uvetta strizzarla bene e unirla all’impasto.

Foderare un tortiera con la carta forno (oppure usate uno stampo in silicone), livellate bene e mettete da parte. Tagliare le mele a fettine molto sottili dopo averle lavate bene e private del torsolo centrale. Noi abbiamo tenuto la buccia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Maci (@chiarainpentola) 

Disporre a raggera le fettine in modo da formare un fiore, partire dall’esterno procedendo verso l’interno fino all’esaurimento delle mele.

Spolverare la superfice con alcuni cucchiai di zucchero ed infornare a 180° C per circa 45 minuti forno statico. Fate sempre la prova dello stecchino prima di farla uscire. Spolverare a piacere con lo zucchero a velo.