Chili di troppo in quarantena? La soluzione è il Grabby Food

Chili di troppo in quarantena? La soluzione è il Grabby Food

LA PREPARAZIONE
di Marco

Hai messo su dei chili di troppo in quarantena? Non preoccuparti, abbiamo una soluzione e si chiama Grabby Food

Grabby Food
Che cos’è il Grabby Food

In quarantena non si fa altro che passare dal divano al letto, alla poltrona, alla sedia del tavolo per mangiare. Ma non solo. Perché si può mangiare anche dalla sedia della scrivania. Come sappiamo, è stato introdotto lo smart working proprio nell’ultimo periodo. Alcuni lavoratori continueranno a svolgere la propria attività utilizzando il computer. E nelle pause cosa faranno? Mangiare, mangiare e mangiare. Sì, perché stando al computer si tende sempre a cercare qualcosa da sgranocchiare e per questo ecco che si ricorre alle patatine in busta, ai crostini, ai pop corn e a tutti quei cibi che non ci fanno proprio bene. E’ per questo che dobbiamo stare molto attenti a questa fase della quarantena se non vogliamo mettere su troppi chili ed arrivare ad un punto di non ritorno. Un ottimo rimedio a tutto ciò è il Grabby Food. Volete sapete che cos’è?

Il Grabby Food per non mettere troppi chili in quarantena

Grab, in inglese, vuol dire prendere o afferrare. Afferrare qualcosa da un sacchetto, come le patatine, o da una ciotola, come crostini e pop corn. Ecco, se anziché questi cibi poco salutari mettessimo qualcosa che ci fa bene come frutta e verdura? Tutto cambierebbe. Certo, non è semplice avere sempre frutta e verdura tagliata, lavata, preparata e a portata di mano. Il segreto sta nel cucinare il tutto il giorno prima per essere mangiato, tra una pausa e l’altra, il giorno dopo. Se in una ciotola mettiamo un finocchio ben lavato e tagliato a pezzettini, mentre lavoriamo contribuirà comunque a saziare la nostra fame, ma non ci farà prendere chili perché è un prodotto magrissimo che ci offre la terra. La stessa cosa si può fare con banane, carote, sedano e qualsiasi altro tipo di frutta e verdura. Insomma, basta solo un po’ di impegno e il gioco è fatto.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post