Clizia Incorvaia svela un segreto. Grazie a lei lo sanno tutti – VIDEO

La giovane influencer ha rivelato ai fan un segreto davvero prezioso legato ad un piatto molto amato e conosciuto della tradizione romana.

Clizia Incorvaia segreto fettuccine Alfredo video
Clizia Incorvaia (Foto Instagram)

La notizia della gravidanza di Clizia Incorvaia ha reso felici i tanti follower di lei e del fidanzato Paolo Ciavarro che non sta più nella pelle. Non si sa ancora il sesso del piccolo che porta in grembo ma la felicità è tanta che basta a rallegrare la serenità della giovane coppia dopo la fine della relazione del matrimonio di lei con Francesco Sarcina.

Si mostrano sui social sempre più uniti e anche le Instagram stories di ieri descrivono la concitazione dell’evento. Questa gioia ha avuto anche il coronamento di un lieto racconto da parte di un oste romano che ha rivelato come la Incorvaia si trovasse lì da lui per pranzo per un motivo molto valido.

Clizia Incorvaia confessa un segreto prezioso ai fan. Stanno tutti in trepidazione per la notizia

La coppia ieri era a pranzo presso il locale romano Alfredo alla Scrofa e qui sono state servite loro le rinomate fettuccine Alfredo.

Si tratta di pasta burro e Parmigiano realizzata con fettuccine all’uovo condite con un’emulsione cremosa di formaggio e burro che creano un condimento avvolgente e ricco di gusto.

Nelle stories pubblicate dalla influencer sentiamo per l’appunto la storia della realizzazione e nascita di questo piatto straordinario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Caterina Balivo sa come cominciare bene. Una vera buongustaia!

Queste furono create per la prima volta nel 1914 da Alfredo Di Lelio, proprietario del Ristorante omonimo che si trova in via della Scrofa a Roma, per rimettere in forze sua moglie che aveva appena partorito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Elisabetta Gregoraci anche in ritardo non ci rinuncia. Al piacere non si dice no

Nel racconto dato a Clizia e Paolo sentiamo per l’appunto dire loro che il motivo del loro peregrinare e trovarsi lì in quel momento significava un buon auspicio per la futura mamma.