Cocktail analcolici, 7 varianti light da preparare a casa: gustosi e super colorati

Indecisi sul drink? Sono sempre di più le persone che non amano l’alcol per gusto personale oppure per credo religioso, vediamo come preparare la versione analcolica di alcuni dei cocktail più famosi al mondo. 

Ricette cocktail analcolici da fare a casa
Sangria analcolica (Foto di Paul Morales da Pixabay)

Ora che le restrizioni legate al Covid stanno lentamente scemando perchè non iniziare a riprendere le normali uscite pomeridiane o serali con amici e colleghi del lavoro? Non tutti però possono o vogliono provare i soliti drink alcolici, questo per questione personale, etica o religiosa.

I cocktail (anche quelli analcolici) possono essere di quattro tipi: pre dinner, after dinner, long drink e any time. I primi vengono serviti come aperitivi per stimolare l’appetito, gli after dinner vengono serviti dopo cena per sostituire o accompagnare un dessert.

I long drinks sono meno alcolici, dissetanti e caratterizzati dalla presenza di succhi di frutta, bevande gassate, spremute o centrifughe. Gli any time invece possono essere serviti in qualsiasi momento della giornata. Vediamo come realizzare i più famosi a casa propria ma in versione analcolica alla portata di tutti.

I 7 cocktail analcolici più famosi da replicare a casa nostra

A molte persone non piace l’alcol, poter replicare a casa delle varianti di cocktail analcolici in cui la fa da padrone una miscela proporzionata di aromi, frutta, sciroppi e ghiaccio è il successo assicurato che vi farà fare bella figura.

Ricette cocktail analcolici da fare a casa
Mojito analcolico (Foto di Ruben Lozano da Pixabay)

Mojito analcolico

  • 200 ml acqua frizzante
  • 1 lime fresco
  • 2 cucchiaioni zucchero di canna
  • 5/6 foglie menta
  • Ghiaccio qb.

Rispetto alla ricetta tradizionale alcolica qui la Lemonsoda prende il posto del rum bianco. È ancora più dissetante e rinfrescante di quello alcolico, provare per credere.

Sangria analcolica

  • 1 l di succo d’uva
  • 100 g mirtilli
  • 250 ml di succo d’arancia
  • Succo di 1 lime + 2 lime
  • 2 pesche
  • 2 arance

Non è estate senza Sangria! Possiamo realizzarla con del succo di mela al posto del vino e impreziosirla con frutta e spezie profumate. Frullare il succo d’uva con 40 g di mirtilli. Aggiungere il succo d’arancia ed il succo di lime. Mescolare e mettete il tutto in un grande recipiente, aggiungendo il ghiaccio, la frutta tagliata a pezzetti e i mirtilli rimasti.

Green Light

  • 1/2 limone a pezzetti
  • 3 foglie di menta
  • 2 cl sciroppo di menta
  • Lemonsoda

Pestare leggermente limone e menta nel bicchiere, aggiungere lo sciroppo di menta, il ghiaccio a cubetti e la Lemonsoda. Mescolare e decorare con una fetta di limone, foglie di menta ed erba limoncina.

Shriley Temple analcolico

  • 20 ml di granatina
  • 100 ml di ginger ale
  • 1 ciliegia
  • 1 fetta di limone

Versare nel bicchiere la granatina e poi riempire con il ghiaccio. Aggiungere poi il ginger ale, mescolare e guarnire con la fetta di limone e la ciliegia.

(Virgin) Piña Colada analcolica

  • 40 ml atte di cocco
  • 160 ml spremuta di ananas
  • 1 ciliegia
  • 1 fetta ananas
  • 4 cubetti di ghiaccio

Si tratta di una bevanda che si presta ad essere preparata in anticipo, perché si conserva bene senza perdere nulla del suo sapore, dell’aroma e della consistenza. Il consiglio è però di conservarla chiusa all’interno di una bottiglia con tappo ermetico.

Bellini analcolico

  • 200 ml acqua frizzante
  • 180 ml succo di pesca
  • 60 ml succo di limone
  • 4 fette di pesca

Questo cocktail si presta bene anche per essere servito per un dopocena accompagnandolo ad un dessert light sembra a base di frutta o creme leggere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Addio al “Moscow Mule”, da oggi in Usa il noto cocktail cambia nome

Ricette cocktail analcolici da fare a casa
Pina Colada analcolica (Foto di stokpic da Pixabay)

Cool Passion

  • 250 ml succo di arancia
  • 250 ml di succo di passiflora
  • 1 l succo di ananas
  • 1,5 l di limonata

Unire gli ingredienti in una caraffa capiente, aggiungere la limonata poco prima di servire assieme al ghiaccio.