Colazione, i 10 peggiori cibi che dovresti assolutamente evitare

La colazione si sa, è il pasto più importante della giornata. Proprio per questo, vanno seguite determinate regole per una corretta alimentazione mattutina, tra cui i cibi da evitare durante questo pasto.

colazione
colazione (foto di palacioerick da Pixabay)

Dopo un sonno di circa 7\8 ore e un digiuno che dura altrettanto tempo, ciò che ci vuole è una colazione ben fatta, che apporti sia gusto che energie.

Essa infatti è considerato il pasto più importante della giornata perché deve fornire circa un quarto del fabbisogno giornaliero energetico.

La prima regola da imporsi risulta il non saltare mai la colazione: il corpo ha bisogno di proprietà nutrienti per attivarsi. Una seconda regola invece narra che la colazione va fatta subito appena svegli, non con una o due ore di ritardo.

Difatti questo pasto aiuta a dar vitalità sia ai muscoli che al cervello e ad affrontare al meglio una giornata ricca di impegni.

Infine vi è un’ultima norma da rispettare: mangiare determinati cibi ed evitarne altri. Quali sono? Andiamo a scoprire insieme quali alimenti bisogna assolutamente evitare a colazione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Latte a colazione, fa male? Quando e quanto berne: cosa non sai

10 cibi da evitare assolutamente a colazione

Il problema principale di questi cibi è che contengono troppi grassi e zuccheri, che oltre ad innalzare il peso corporeo, non forniscono le giuste proprietà nutrienti per il fisico.

Molte persone li ingeriscono quotidianamente a colazione senza sapere i problemi che apportano. Chi è che a volte non fa colazione con dei cornetti ad esempio?

cornetti
cornetti ( foto di mandarinMD da Pixabay)

Cornetti e brioches

È difficile non mangiare un bel cornetto o una bella brioches la mattina affiancandoli a un bel cappuccino caldo, magari al bar davanti casa.

Questo cibo però risulta particolarmente grasso e ipercalorico dunque non corretto per una sana colazione. Il consiglio è quello di evitarli o al massimo di limitarne il più possibile il consumo.

Cereali

In questa categoria si salvano solamente i cereali integrali come muesli o avena, dato che i restanti sono troppo lavorati e quindi carichi di zuccheri e grassi.

Un altro problema con questo cibo è che difficilmente si riesce a dosare bene: più che una ciotolina, la mattina se ne ingurgita una mega ciotola, sballando del tutto i valori nutrizionali.

Se inoltre aveste voglia di farli a casa, in maniera totalmente genuina cliccate sul seguente articolo.

Colazione salata

Questa è una pratica sempre più diffusa in qualunque parte del mondo. Tuttavia, non tutti sanno che ad esempio affettati e salsicce contengono grandi quantità di sale e di grassi e dunque dovrebbero essere ingeriti con moderazione.

Stessa storia vale per il formaggio: la maggior parte di essi è particolarmente grassa. Se poi vengono inseriti anche nel menù di pranzo e cena, il consiglio è quello di evitarli del tutto al mattino.

Un altro cibo utilizzato spesso per la colazione salata sono i pani bianchi industriali: essi sono ricchi di additivi, di calorie e carboidrati che non forniscono i corretti valori nutrienti e abbastanza proteine per affrontare al meglio la giornata.

Nutella e marmellate

Celebrata da pochi giorni la Nutella World Day, sappiamo che questa crema crea una vera e propria dipendenza: alcuni non riescono a fare colazione senza di essa. Essendo ricca di carboidrati e di olio di palma, la maggior parte dei nutrizionisti consiglia di starne alla larga.

Altro alimento da evitare è la marmellata in cui però bisogna fare una distinzione: vanno bene quelle leggere o fatte in casa, ma vanno evitate quelle industriali, cariche di zuccheri.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Caso Italia, il “caro-colazione” sta facendo discutere: cosa ci aspetta nei prossimi mesi

marmellate in barattoli
marmellate in barattoli (foto di silviarita da Pixabay)

Gli ultimi 3 cibi da evitare a colazione

Completano la lista la categoria di cupcake, muffin e torte, yogurt troppo zuccherati (ai quali preferire quelli magri) e succhi di frutta industriali (ai quali preferire spremute d’arancia fatte in casa).